Contenuto sponsorizzato

Preso il ladro seriale di arnie, ogni anno ruba le api dai terreni dei vicini per poi vendere il miele

Dopo aver scelto il luogo, l'uomo agisce nel corso della notte prendendo le arnie con le api all'interno per portarsele poi in un suo terreno. Qui cambia addirittura il colore delle cassette e poi vende il miele. E' stato fermato

Pubblicato il - 26 aprile 2018 - 15:44

SLUDERNO. Opera solo di notte e il suo obiettivo sono le api e il loro miele. E ormai definito il “ladro seriale di arnie” l'uomo, originario di Lasa, che anche quest'anno è stato individuato e denunciato dai carabinieri di Sluderno per aver rubato 4 arnia a due agricoltori.

 

Dopo aver scelto il luogo, agisce nel corso della notte prendendo le arnie con le api all'interno per portarsele poi in un suo terreno. Qui cambia addirittura il colore delle cassette e poi vende il miele.

 

Il nuovo furto, con le stesse caratteriste di quelli avvenuti negli scorsi anni, è avvenuto tra marzo e aprile. I carabinieri della Stazione di Sluderno, in collaborazione con i militari della Stazione di Lasa, hanno avviato delle indagini anche attraverso dei pedinamenti.

 

Il responsabile è stato ancora una volta l'uomo originario di Lasa, già noto alle Forze dell’ordine. Questa volta erano state prese di mira le arnie di due terreni agricoli di due contadini del posto che, come in passato, sono state trovate in un’area rurale di proprietà dell’uomo autore del furto.

 

Al termine degli accertamenti di rito, le arnie sono state prese in consegna dai militari per essere restituite ai proprietari. L’uomo è stato invece deferito in stato di libertà per ricettazione, e la sua posizione rimessa al vaglio dell’Autorità Giudiziaria di Bolzano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 12:33

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Visite ambulatoriali e prelievi potranno subire qualche disservizio". Nel frattempo i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato un'assemblea sindacale per quanto riguarda le autonomie locali per venerdì 22 novembre dalle 9 alle 13 alla Sala della cooperazione in via Segantini a Trento

18 novembre - 12:38

Nel programma domenicale "Non è l'arena", condotto su La7 da Massimo Giletti, è andata in onda una discussione isterica sull'Alto Adige tra Vittorio Feltri e Michaela Biancofiore, decisamente poco utile alla causa della comprensione della realtà provinciale da parte del grande pubblico nazionale. Alla complessità si è preferita la cagnara, perché insulti e visi avvampati - conditi da gravi inesattezze storiche - fanno più audience

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato