Contenuto sponsorizzato

Prima la picchia e poi le ruba il cellulare, l'ex fidanzato dovrà rispondere di rapina davanti al giudice

La lite scaturita per la fine di una relazione sentimentale tra una 19enne trentina e un 27enne pakistano. Processo per direttissima in mattinata

Pubblicato il - 05 aprile 2018 - 09:44

TRENTO. Sembra che il motivo sia una relazione interrotta, un rapporto sentimentale che la ragazza non voleva più proseguire. Da qui la lite tra una diciannovenne trentina e un ventisettenne di origini pakistane che è finita con l'arresto di quest'ultimo che dovrà rispondere di rapina davanti al giudice in mattinata, per direttissima.

 

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio a Trento. Il giovane, come ricostruito dai Carabinieri, dopo aver litigato e percosso la ragazza, le ha strappato di mano il telefono cellulare. I militari hanno subito raccolto la testimonianza della vittima che nel frattempo era ricorsa alle cure sanitarie del pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara.

 

La pattuglia del Nucleo Radiomobile si è subito messa alla ricerca dell’aggressore, rintracciandolo nella sua abitazione. Il cellulare è stato riconsegnato alla ragazza e il 27enne è stato posto ai domiciliari. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 12:13

Al gestore del bar la sanzione di 400 euro perché ha violato le disposizioni che impongono di non poter ricevere alcun cliente dopo le ore 18 all’interno del locale.  I controlli messi in campo da una task force interforze, voluta dal Questore di Trento, composta da agenti della Polizia di Stato, della Polizia Locale di Trento e della Guardia di Finanza che ha passato al setaccio i locali pubblici della città

22 gennaio - 20:15

Entro il 2025 gli orsi potrebbero raggiungere quota 129 ma degli esemplari più problematici fin qui monitorati, 9 sono già morti (4 abbattuti, 3 morti accidentalmente durante le fasi di cattura, 2 vittima di bracconaggio), mentre 4 si trovano in cattività, 3 sono scomparsi (si teme il bracconaggio). Di fatto solo 3 esemplari sono liberi e se ne conoscono le condizioni di salute

24 gennaio - 12:12

Una squadra composta da 10 alpinisti nepalesi è stata la prima a conquistare la vetta del K2 in inverno, non era mai successo prima: Nessuna avidità ma solo solidarietà – afferma Nirmal Purja che ha guidato la spedizione – il riscaldamento globale e il cambiamento climatico sono una delle sfide più importanti che il mondo sta affrontando in questo momento. Se ci uniamo possiamo rendere tutto possibile”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato