Contenuto sponsorizzato

Prima la picchia e poi le ruba il cellulare, l'ex fidanzato dovrà rispondere di rapina davanti al giudice

La lite scaturita per la fine di una relazione sentimentale tra una 19enne trentina e un 27enne pakistano. Processo per direttissima in mattinata

Pubblicato il - 05 aprile 2018 - 09:44

TRENTO. Sembra che il motivo sia una relazione interrotta, un rapporto sentimentale che la ragazza non voleva più proseguire. Da qui la lite tra una diciannovenne trentina e un ventisettenne di origini pakistane che è finita con l'arresto di quest'ultimo che dovrà rispondere di rapina davanti al giudice in mattinata, per direttissima.

 

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio a Trento. Il giovane, come ricostruito dai Carabinieri, dopo aver litigato e percosso la ragazza, le ha strappato di mano il telefono cellulare. I militari hanno subito raccolto la testimonianza della vittima che nel frattempo era ricorsa alle cure sanitarie del pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara.

 

La pattuglia del Nucleo Radiomobile si è subito messa alla ricerca dell’aggressore, rintracciandolo nella sua abitazione. Il cellulare è stato riconsegnato alla ragazza e il 27enne è stato posto ai domiciliari. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 05:01

Dallapiccola: “Il Trentino può essere un territorio all’avanguardia nella gestione dei grandi carnivori, eppure la Giunta continua ad evitare di affrontare il problema esasperando la situazione fra allevatori e ambientalisti”. Sono tante le soluzioni che possono essere adottate per la prevenzione dei danni da grandi carnivori ma tra il 2018 e il 2019 la Pat ha realizzato meno opere e investito meno soldi

15 luglio - 19:17

Il presidente Renato Villotti: " Purtroppo quando uno è debole e disperato tutto gli va bene pur di non morire. E la criminalità si presenta con soldi contanti pronti per essere usati”. Per Confesercenti tra gli interventi utili a superare questa crisi che sta sconvolgendo bar e ristoranti vi è il blocco dello smart working

15 luglio - 17:36
Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. Sono stati analizzati 1.138 tamponi. Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, ha firmato una nuova ordinanza che introduce alcune novità nella gestione delle misure di sicurezza per fronteggiare Covid-19
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato