Contenuto sponsorizzato

Riva, bocconi avvelenati in centro storico. Vittima un cane di 11 anni

L'amministrazione comunale: "Si raccomanda alla cittadinanza la massima attenzione e collaborazione"

 

Pubblicato il - 06 February 2018 - 13:05

RIVA DEL GARDA. “Massima attenzione e collaborazione”, questa la richiesta che è arrivata dal comune di Riva del Garda a seguito di una segnalazione avventa gli scorsi giorni per un sospetto caso di avvelenamento di un cane.

 

In attesa dei risultati degli accertamenti di laboratorio, in corso all'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie a Trento, l'amministrazione ha raccomandato ai residenti di fare molta attenzione.

 

Il sospetto di avvelenamento sarebbe avvenuto durante una passeggiata serale in centro storico e nelle immediate vicinanze. Vittima una meticcia di 11 anni.

 

“Nel ricordare che provocare 'per crudeltà o senza necessità' sia la morte, sia sofferenze a un animale costituisce reato, e facendo presente che simili atti comportano gravi rischi anche per la salute e l’incolumità delle persone, si raccomanda – spiega in una nota il Comune - nel caso del rinvenimento di un sospetto boccone avvelenato, oppure della morte del proprio animale per sospetti bocconi avvelenati, o anche del verificarsi di una sintomatologia riferibile ad avvelenamento, di rivolgersi tempestivamente a un medico veterinario”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 January - 05:01

Antonio Ferro ha spiegato che una persona dopo aver ricevuto la prima dose ha registrato delle "parestesie" poi rientrate. Il direttore: "I benefici della vaccinazione sono senz'altro più importanti e rilevanti rispetto alle controindicazioni"

18 January - 19:13

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 14 decessi di cui 9 in ospedale

18 January - 17:39

Le Stelle alpine prendono in considerazione l'ultima analisi di Bassi, il quale ha esaminato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss. La lettera del segretario politico del Patt: "Il governo della Provincia è in qualche modo responsabile del ritardo nella comunicazione dei dati a Roma? E se così non fosse cosa intende fare, presidente Fugatti, per correre ai ripari e ripristinare la verità?"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato