Contenuto sponsorizzato

Scuola di Mezzolombardo, tosse e occhi irritati, una quindicina di ragazzi in ospedale, campo medico fuori dall'istituto

L'allarme è scattato intorno alle 10, quando studenti e insegnanti hanno iniziato ad accusare alcuni sintomi di irritazione alle vie respiratorie. Una trentina le persone coinvolte. Istituto evacuato, sindaco, tecnici comunali, pompieri, ambulanze e forze dell'ordine sul posto. QUI AGGIORNAMENTO

Di Luca Andreazza - 20 settembre 2018 - 12:32

MEZZOLOMBARDO. Tanta paura e apprensione questa mattina alla scuola medie di Mezzolombardo in via degli Alpini. Studenti, insegnanti e personale è stato evacuato all'esterno dell'edificio a causa della fuga di una sostanza inodore, ma urticante, forse monossido di carbonio. Una quindicina i ragazzini trasportati al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara di Trento per precauzione, mentre alcuni docenti sono stati curati sul posto.

 

E' successo intorno alle 10, quando le persone all'interno dell'edificio hanno iniziato a tossire e lacrimare, oltre a avvertire un forte bruciore a occhi e gola. Così è scattato l'allarme negli spazi dell'Istituto comprensivo Mezzolombardo-Paganella.

 

Sul posto si sono subito portati i vigili del fuoco di Mezzolombardo, che hanno evacuato l'edificio. Mentre le persone sono uscite in modo ordinato all'esterno, sono arrivati  anche i permanenti di Trento, i carabinieri e il personale sanitario

 

All'esterno dell'edificio è stato allestito istantaneamente un campo medico e il personale sanitario ha preso in cura le persone che accusavano questi sintomi di irritazione alle vie respiratorie.

 

Sono una trentina le persone coinvolte e, come anticipato, una quindicina di giovanissimi sono stati portati in ospedale per accertamenti e approfondimenti.

 

Alla scuola si sono portati anche il sindaco, Christian Girardi, e i tecnici dell'amministrazione comunale, ma come hanno fatto ingresso nell'istituto hanno subito accusato irritazione e fastidio alle vie aeree.

 

I vigili del posto sono ancora sul posto per verificare l'edificio, recentemente rinnovato, e tutte le apparecchiature al fine di trovare l'origine e le cause della fuga di questa sostanza, forse monossido di carbonio: le ispezioni si concentrano in particolar modo sui filtri dell'aria e alcuni bocchettoni, ma le indagini sono ancora in corso per far chiarezza sull'accaduto.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 11:44

Vetrate oscurate e un bar trasformato in pista da ballo, quando la polizia ha fatto irruzione nel locale all’interno sono state trovate circa 50 persone, fra queste anche una comitiva in attesa di festeggiare un compleanno

26 ottobre - 11:23

Ci sono 127 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e 27 quelli nelle strutture private convenzionate, mentre sono sempre 12 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 35 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

26 ottobre - 06:10

Da inizio ottobre i ricoveri negli ospedali sono tornati ad aumentare e nelle Rsa la situazione è drammatica. Il presidente dell'Ordine degli Infermieri spiega: "I ricoveri stanno aumentano e così anche i bisogni dei pazienti. Ci preoccupano le settimane e i mesi difficili che ci troviamo davanti perché gli infermieri sono sfiniti e provati"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato