Contenuto sponsorizzato

Scuola di Mezzolombardo, tosse e occhi irritati, una quindicina di ragazzi in ospedale, campo medico fuori dall'istituto

L'allarme è scattato intorno alle 10, quando studenti e insegnanti hanno iniziato ad accusare alcuni sintomi di irritazione alle vie respiratorie. Una trentina le persone coinvolte. Istituto evacuato, sindaco, tecnici comunali, pompieri, ambulanze e forze dell'ordine sul posto. QUI AGGIORNAMENTO

Di Luca Andreazza - 20 settembre 2018 - 12:32

MEZZOLOMBARDO. Tanta paura e apprensione questa mattina alla scuola medie di Mezzolombardo in via degli Alpini. Studenti, insegnanti e personale è stato evacuato all'esterno dell'edificio a causa della fuga di una sostanza inodore, ma urticante, forse monossido di carbonio. Una quindicina i ragazzini trasportati al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara di Trento per precauzione, mentre alcuni docenti sono stati curati sul posto.

 

E' successo intorno alle 10, quando le persone all'interno dell'edificio hanno iniziato a tossire e lacrimare, oltre a avvertire un forte bruciore a occhi e gola. Così è scattato l'allarme negli spazi dell'Istituto comprensivo Mezzolombardo-Paganella.

 

Sul posto si sono subito portati i vigili del fuoco di Mezzolombardo, che hanno evacuato l'edificio. Mentre le persone sono uscite in modo ordinato all'esterno, sono arrivati  anche i permanenti di Trento, i carabinieri e il personale sanitario

 

All'esterno dell'edificio è stato allestito istantaneamente un campo medico e il personale sanitario ha preso in cura le persone che accusavano questi sintomi di irritazione alle vie respiratorie.

 

Sono una trentina le persone coinvolte e, come anticipato, una quindicina di giovanissimi sono stati portati in ospedale per accertamenti e approfondimenti.

 

Alla scuola si sono portati anche il sindaco, Christian Girardi, e i tecnici dell'amministrazione comunale, ma come hanno fatto ingresso nell'istituto hanno subito accusato irritazione e fastidio alle vie aeree.

 

I vigili del posto sono ancora sul posto per verificare l'edificio, recentemente rinnovato, e tutte le apparecchiature al fine di trovare l'origine e le cause della fuga di questa sostanza, forse monossido di carbonio: le ispezioni si concentrano in particolar modo sui filtri dell'aria e alcuni bocchettoni, ma le indagini sono ancora in corso per far chiarezza sull'accaduto.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 05:01

Il rischio è che tante persone che in questi mesi hanno trovato un riparo durante la notte grazie ai posti messi a disposizione dal Comune all'Ostello della Gioventù finiscano nuovamente a dormire in strada. Questa sera sarà l'ultima notte anche per gli spazi aperti nella Chiesa di Centochiavi ma potranno essere riattivati

27 febbraio - 19:34

I positivi totali di oggi sono 341 mentre i decessi sono 2 che portano il totale, da inizio epidemia a 1271 morti, 821 solo da settembre in questa seconda ondata di Covid-19. Ecco la mappa del contagio da Trento ad Ala da Pergine a Rovereto

27 febbraio - 20:20

Sono tante le voci che sabato 27 febbraio, in piazza Santa Maria, hanno ricordato Deborah Saltori, 42enne di Vigo Meano uccisa dall’ex marito. Non bisogna parlare di violenza solamente a posteriori, hanno ricordato le persone che hanno preso la parola in piazza. È necessario insistere sulla rieducazione degli uomini maltrattanti, ma anche sull’educazione dei ragazzi. “Chiediamo che i percorsi di educazione alle relazioni di genere siano riattivati”, ha domandato l’insegnante Maria Giovanna Franch, ma dalla giunta nessuna risposta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato