Contenuto sponsorizzato

Scuole chiuse anche domani, la decisione presa dalla Sala operativa della Protezione civile

Durante la riunione è stato fatto il punto della situazione, soprattutto per quanti riguarda le zone più critiche della Valsugana e di Dimaro

Pubblicato il - 30 ottobre 2018 - 11:39

TRENTO. Scuole chiuse in tutto il Trentino anche domani. Questa la decisione presa dalla riunione della Sala operativa della Protezione Civile che si è tenuta in mattinata alla caserma dei Vigili del fuoco permanenti di piazza Centa.

 

Le conseguenze delle forti piogge e del vento forte, degli smottamenti e della viabilità interrotta hanno fatto propendere la Protezione civile per la proroga della chiusura delle scuole per evitare di congestionare le strade trentine.

 

L'attenzione della Sala operativa si è ovviamente concentrata sulla Valsugana, con zone ancora isolate e dove un uomo è morto a Levico, e su Dimaro dove un'ondata di fango ha provocato una vittima. Durante la giornata di ieri due vigili del fuoco sono stati feriti lievemente, mentre uno è morto in provincia di Bolzano. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 maggio - 16:57

Il video lanciato da Visit Valsugana con tanto di logo ufficiale ''Trentino'' è al limite dell'offensivo e potrebbe apparire a più di un potenziale turista come discriminatorio. Invece che raccontare le bellezze della propria terra si preferisce usarle per dei paragoni in negativo che non rendono giustizia a quanto tutti (lombardi compresi) possono trovare in Valsugana 

31 maggio - 15:36
Resta stabile il numero dei ricoveri, 16 pazienti nelle strutture ospedaliere del sistema trentino e 3 persone in terapia intensiva a Rovereto. I tamponi analizzati sono stati 1.910 (1.537 letti da Apss e 373 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,05% di test positivi
31 maggio - 11:31

Alla manifestazione hanno partecipato oltre 200 persone per chiedere la fine delle restrizioni, imposte per contenere il diffondersi del coronavirus, e per protestare contro l’obbligo dei vaccini. Ma tra slogan e complottismo saltano tutte le regole anti-contagio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato