Contenuto sponsorizzato

Strappati i manifesti per la Giornata della Memoria, l'Anpi: ''Gesto di chiara impronta antisemita''

Condanna anche da parte del Pd: "Gesto molto grave"

Pubblicato il - 22 gennaio 2018 - 18:53

RIVA DEL GARDA. “Un gesto inqualificabile di chiara impronta antisemita”, questo il duro commento arrivato dal presente dell'Anpi del Trento, Mario Cossali dopo aver appreso che sono stati strappati alcuni manifesti che riportavano le iniziative della Giornata della memoria a Riva del Garda.

 

“Sono stati strappati in maniera piuttosto selvaggia” ha affermato Cossali. “Si sentono spesso – continua - i ritornelli che il fasciamo non esiste o che il fascismo non ritornerà e che sono solo ragazzate. Quello che è successo, però, è la prova che non si peritano neanche di non essere antisemiti”.

Dall'Anpi l'invito a non essere indifferenti davanti a simili atti. “Non possiamo usare l'indifferenza contro le indifferenze. Denunciamo questo atto senza qualificazione se non quella del gesto insultante nei confronti non solo delle istituzioni ma della stessa Giornata della Memoria. Un gesto di chiara impronta antisemita

 

A parlare di “Gesto molto grave” è anche il segretario del Pd di Riva del Garda, Gabriele Hamel

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 luglio - 18:04

Il totale resta quindi a 5.495 casi e 470 vittime da inizio epidemia. Analizzati 142 tamponi. Sono 4.988 i guariti da Covid-19. Nessun decesso e nessun contagiato anche in Alto Adige

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

06 luglio - 16:28

In fase Covid-19 l'uomo era stato trasferito ai domiciliari nella casa di lui e lei e questo aveva scioccato la famiglia di Eleonora che da quasi un anno chiede giustizia per la barbara uccisione della giovane donna. Negli scorsi giorni la perizia ha confermato che l'uomo è capace di intendere e volere e ora rischia l'ergastolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato