Contenuto sponsorizzato

Strappati i manifesti per la Giornata della Memoria, l'Anpi: ''Gesto di chiara impronta antisemita''

Condanna anche da parte del Pd: "Gesto molto grave"

Pubblicato il - 22 gennaio 2018 - 18:53

RIVA DEL GARDA. “Un gesto inqualificabile di chiara impronta antisemita”, questo il duro commento arrivato dal presente dell'Anpi del Trento, Mario Cossali dopo aver appreso che sono stati strappati alcuni manifesti che riportavano le iniziative della Giornata della memoria a Riva del Garda.

 

“Sono stati strappati in maniera piuttosto selvaggia” ha affermato Cossali. “Si sentono spesso – continua - i ritornelli che il fasciamo non esiste o che il fascismo non ritornerà e che sono solo ragazzate. Quello che è successo, però, è la prova che non si peritano neanche di non essere antisemiti”.

Dall'Anpi l'invito a non essere indifferenti davanti a simili atti. “Non possiamo usare l'indifferenza contro le indifferenze. Denunciamo questo atto senza qualificazione se non quella del gesto insultante nei confronti non solo delle istituzioni ma della stessa Giornata della Memoria. Un gesto di chiara impronta antisemita

 

A parlare di “Gesto molto grave” è anche il segretario del Pd di Riva del Garda, Gabriele Hamel

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:10

A lanciarlo il segretario del Partito Autonomista: "Assieme possiamo fare anche massa critica per portare avanti un certo tipo di istanze".  L'appello è rivolto alle forze di centro e autonomiste. Il segretario: "Assistiamo ad un crescendo di malessere tra i moderati nei confronti dei partiti nazionali''

23 settembre - 19:09

Il 19 settembre 2019 il Parlamento approva una mozione che mette sullo stesso piano in nome della memoria condivisa il nazionalsocialismo e il comunismo. Ma la misura, volta a compiacere i governi dell'Est Europa, non comprende la complessità della Storia

23 settembre - 16:12

L’esplosione si è verificata questa mattina in un supermercato a St.Jodok, sul versante austriaco del Brennero. Secondo la prima ricostruzione la causa dell’incidente sarebbe da ricondurre a degli operai che hanno inavvertitamente bucato un tubo del gas provocando la deflagrazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato