Contenuto sponsorizzato

Torna il vento e la paure per le piante abbattute. Strada bloccata tra Calceranica e Valcanover. Problemi in varie parti del Trentino

I vigili del fuoco erano già pronti ad intervenire visto che ieri è stato diramato il messaggio mirato a tutto il territorio per raffiche di vento fino ai 90 km/h (QUI DISAGI A BORGO VALSUGANA)

Foto Biasi Facebook
Pubblicato il - 30 dicembre 2018 - 16:38

CALDONAZZO. L'allerta era stata diramata già ieri. I rischi maggiori si sarebbero avuti a partire da questo pomeriggio e difatti ecco che con l'alzarsi del vento cominciano a segnalarsi alcuni disagi. Qui siamo sulla strada provinciale tra Calceranica e Valcanover, dove, intorno alle 16.15 un albero si è abbattuto sulla strada.

 

Le forti raffiche di vento stanno interessando buona parte del Trentino e si segnalano piante abbattute in Val dei Mocheni, a Folgaria e anche sopra Tiarno e in Val di Ledro.

 

I vigili del fuoco sono già operativi e stanno provvedendo a rimuovere le piante abbattute. Al momento la provinciale che costeggia il Lago di Caldonazzo è chiusa nel tratto tra Calceranica e Valcanover ed altri rami si segnalano più su, verso Bosentino.

 

Il sistema di allerta provinciale della Protezione civile ha diramato un messaggio mirato a tutto il territorio per il vento forte da nord che si abbatterà sul Trentino fino a lunedì 31 dicembre. I venti saranno fino a molto forti nelle zone più esposte in quota (90-120 km/h) e a tratti intensi anche in valle, dove le raffiche potranno raggiungere i 70-90 km/h.

 

La fase più intensa è prevista per oggi pomeriggio. I venti saranno poi in temporanea attenuazione martedì 1 gennaio, ma tenderanno nuovamente ad intensificare tra mercoledì 2 e giovedì 3 gennaio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 10:44

Mentre in Trentino aumentano i contagi, sul fronte scuola il presidente Fugatti ha espresso la volontà di discostarsi rispetto al Dpcm evitando di riconvertire le scuole superiori per il 75% alla didattica a distanza. Ma altre sono le criticità intraviste dai docenti, tra cui la mancanza dell'obbligo di indossare la mascherina in classe. Pubblichiamo a riguardo una lettera di un insegnante. "E' la causa di questo aumento vertiginoso dei casi"

26 ottobre - 21:16

A pochi giorni dal via è stata annullata la fiera Modena Skipass che segna solitamente l'avvio della stagione invernale, un effetto dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte. Maurizio Rossini, Ceo di Trentino Marketing: "Si lavora a protocolli condivisi con le Regioni dell'arco alpino. L'inverno è fondamentale anche per quello che rappresenta in termini di posti di lavoro"

27 ottobre - 12:06

I vigili del fuoco volontari sono in azione dalla tarda serata di ieri per mettere in sicurezza diverse zone del territorio. Nel corso della giornata migliorano le condizioni meteo 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato