Contenuto sponsorizzato

Tragedia sul Sass Pordoi, muore Armando Speccher. Sotto shock il compagno di cordata Giuseppe Moser

E' successo ieri verso le 17. L'alpinista ha perso l'appiglio ed è caduto per decine di metri sbattendo sulla roccia

Pubblicato il - 30 agosto 2018 - 08:47

PORDOI. E' Armando Speccher, residente a Pergine ma originario di Montagnaga, il 52enne che ieri è morto precipitando dal Sass Pordoi. Stava percorrendo la Via Dibona quando, sotto gli occhi del compagno di cordata, ha perso l'appiglio ed è scivolato nel vuoto, sbattendo contro la parete.

 

Mancava solo qualche tiro di corda per arrivare alla cima, ma forse a causa di un sasso che ha colpito l'alpinista, la tragedia. Il volo è stato di quasi 30 metri, avvenuto nel pomeriggio, pochi minuti prima delle 17. La morte è sopraggiunta immediatamente. Giuseppe Moser, che era con lui, ha subito avvertito i soccorsi.

 

Il Soccorso alpino è subito entrato in azione. Il personale tecnico ha inoltre attivato l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites per effettuare una ricognizione e individuare l'alpinista. Una volta individuato l'uomo, gli uomini del Soccorso alpino si sono verricellati sul luogo del ritrovamento.

 

Il personale sanitario non ha potuto far altro che constatare il decesso del 52enne, fatali le ferite riportate nella caduta. Il compagno di cordata Giuseppe Moser di 53 anni è stato trasportato all'ospedale sotto shock, mentre il corpo è stato portato alla camera mortuaria di Canazei.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 17:49

Sono stati analizzati 2.227 tamponi, 22 i test risultati positivi, nessun minorenne. Il rapporto contagi/tamponi si attesta a 0,99%. Sono 6 le persone che presentano sintomi

23 settembre - 16:35

Il massimo rappresentante della Lega in Trentino, colui che è presidente del partito di governo in provincia commenta sui social che con Ianeselli a sindaco di Trento la città è caduta in basso e poi sotterra il livello della discussione con questo commento rivolto a Rossella, una utente che si è azzardata a commentare quanto da lui postato

21 settembre - 16:55

I carabinieri hanno rinvenuto, nascosti nella camera da letto, 350 grammi di hashish. La difesa dei due fidanzati accusati di spaccio: “È per uso personale”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato