Contenuto sponsorizzato

Trento, anziano aggredito e legato ad una sedia, in corso le indagini da parte dei Carabinieri

Si stanno acquisendo le immagini delle telecamere in via Torre Vanga e nelle zone limitrofe. L'appartamento è sotto sequestro. L'83enne si trova al Santa Chiara sotto shock

Pubblicato il - 16 settembre 2018 - 15:06

TRENTO. Proseguono senza sosta le indagini da parte dei carabinieri di Trento per rintracciare i quattro banditi che ieri sera hanno aggredito, legandolo ad una sedia e imbavagliandolo, Emilio Carloni, 83 anni, nel suo appartamento in via Torre Vanga.

 

I militari, dopo aver raccolto alcune testimonianze ieri sera, stanno ora acquisendo le immagini delle telecamere della zona per riuscire a individuare qualche elemento utile per rintracciare gli autori di quello che è accaduto.

 

Si tratterebbe di uomini e donne di nazionalità al momento sconosciuta che sono riuscite ad entrare in casa senza alcun segno di infrazione. Questo potrebbe far presupporre che l'anziano signore conoscesse i propri aggressori, che abbia aperto spontaneamente la porta oppure ancora che i quattro avessero per qualche motivo le chiavi di casa.

 

A salvare l'uomo è stata la nipote che abita al piano inferiore e dopo aver sentito dei rumori strani si è precipitata a vedere cosa stesse accadendo. I quattro aggressori sono così fuggiti facendo perdere, al momento, le proprie tracce.

 

Le indagini stanno cercando di ricostruire gli spostamenti dell'uomo negli ultimi giorni per capire le frequentazioni e risalire a qualche indizio. L'appartamento al momento è stato posto sotto sequestro. L'83nne si trova all'ospedale Santa Chiara sotto shock ma le sue condizioni fisica sono giudicate buone.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 13:20

Sorprendono positivamente i rilevamenti nelle acque venete con un solo punto inquinato. Male la Lombardia, su cinque punti monitorati due sono risultati fortemente inquinati. Promossi invece a pieni voti il lago d’Iseo e quello di Santa Croce in provincia di Belluno

16 luglio - 06:01

Ormai il caso è noto. E' un'escalation di reazioni dopo che M49 è stato catturato, ma è riuscito a fuggire. Brambilla: "Corri e salvati M49 e grazie per aver dimostrato con la tua fuga, una volta di più, l’imperizia e il dilettantismo di chi ha dichiarato guerra a te, ma anche a tutti i tuoi simili". Ciampolillo: "Un atto violento e illegittimo contro il mondo degli animali"

16 luglio - 08:50

La padrona si è vista entrare in casa il povero gatto dolorante. Il veterinario nel referto ha certificato che il ferimento dell’animale è stato causato da un colpo sparato presumibilmente da una carabina. La perquisizione domiciliare ha permesso di ritrovare l'arma 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato