Contenuto sponsorizzato

Anziano aggredito in casa, due arresti. I carabinieri alla ricerca dei complici

Fermati un ragazzo e una ragazza italiani. Pesante l'accusa formulata dalla Procura della Repubblica: tentato omicidio e sequestro di persona. Interrogatorio di garanzia, l'avvocato: "Piena disponibilità alle indagini"

Pubblicato il - 09 October 2018 - 09:25

TRENTO. Dopo meno di un mese dai fatti, i carabinieri sono riusciti a individuare i presunti responsabili dell'aggressione a Emilio Carloni che il 15 settembre era stato aggredito in casa, legato e imbavagliato. Si tratta di due cittadini italiani, uno di 23 anni e una di 20. I militari stanno ora cercando i complici, un altro uomo e un'altra donna. 

 

Gli arrestati devono rispondere di un'imputazione molto pesante, quella di tentato omicidio e sequestro di persona. Secondo la Procura della Repubblica le modalità dell'aggressione, finalizzata forse a un tentativo di rapina, sono stati tali da poter teoricamente causare la morte della vittima. 

 

Questa mattina, davanti al gip La Ganga, i due hanno affrontato l'udienza di convalida dell'arresto. Il giudice deciderà anche, nei prossimi giorni, sulla misura cautelare in attesa del processo. La Pm Colpani ha chiesto la permanenza in carcere mentre le difese gli arresti domiciliari. 

 

Fino a che non saranno trovati gli altri due complici, la Procura vorrebbe che gli imputati rimanessero in cella. Per la difesa, sostenuta dagli avvocati Lorenzo Eccher e Federico Fedrizzi, non c'è stato alcun tentato omicidio ma si tratterebbe di un tentativo di furto sfociato in aggressione perché gli autori sarebbero stati presi dal panico. 

 

Ricordiamo che sull'uomo è stato azionato anche dello spray urticante, con il rischio del soffocamento. Sulla bocca era stato messo del nastro adesivo ed era stato legato ad una sedia. Fu preso a calci e pugni e solo l'arrivo fortuito di una parente aveva salvato la vittima, poi ricoverata in ospedale con numerosi traumi.

 

Dalla ricostruzione fornita da Emilio Carloni, i malviventi erano stati accolti in casa spontaneamente. Non era la prima volta che si rivolgevano a lui per un aiuto economico. Avrebbe accolto le ragazze per dar loro una mano e improvvisamente si sarebbe trovato in casa anche i due uomini, e da lì sarebbe partita l'aggressione.

 

I carabinieri, che hanno svolto le indagini, anche attraverso l'ausilio dei Ris, sono riusciti nell'individuazione dei presunti responsabili. Due degli autori sono stati quindi assicurati alla giustizia, mentre altri due sono tuttora ricercati, ma attorno a loro il cerchio si sta stringendo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 December - 13:32

Anche Futura interviene sull'ultima ordinanza di Fugatti. Paolo Zanella: "Uno smacco per il personale sanitario, stremato da mesi di duro lavoro, in affanno per coprire bisogni sanitari accresciuti, carenze d'organico strutturali e turni di colleghi che hanno contratto l'infezione"

03 December - 17:21

Gravissimo incidente nel primo pomeriggio a Belfiore, poco lontano da Verona. Due auto si sono scontrate frontalmente, con uno dei due conducenti che rimaneva incastrato nell'abitacolo. Estratto con le pinze idrauliche, l'uomo, un 80enne del paese, è deceduto. In gravi condizioni l'altro autista

03 December - 16:00

Un 37enne è stato tratto in arresto nell'ambito dell'operazione "Maestro". Al momento del blitz avvenuto martedì 1 dicembre, con cui i carabinieri di Trento hanno duramente colpito un'organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di stupefacenti, era irreperibile

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato