Contenuto sponsorizzato

''Un abbraccio a voi, fiammazzi brava gente'', da Mantova al Trentino per aiutarlo a rialzarsi Diego ringrazia

C'è chi gli ha offerto un tetto, chi gli ha preparato la cena, i pranzi, lo strudel da riportare a casa e poi il comandante dei vigili del fuoco, il sindaco e tutti quelli che con lui non si sono rassegnati e si sono dati da fare. Il saluto di un giardiniere mantovano con qualifica di Tree Climber che ha deciso di aiutare la Val di Fiemme recandosi sul posto

Di Luca Pianesi - 07 novembre 2018 - 16:30

TRENTO. Da chi gli ha offerto un tetto a chi gli ha cucinato ''una cena tardiva'' e ''quello spettacolo di Strudel'' che ha mangiato, poi, una volta tornato nel mantovano; da chi gli ha permesso di parcheggiare il camion a chi gli ha regalato la giacca a vento ''della prestigiosa nazionale italiana sciatori, che terrò come un gioiello''. E poi il maso che ''mi ha accolto al loro tavolo, dove abbiamo consumato pranzi, colazioni e merende con una ciurma di giovanotti, instancabili boscaioli'', il comandate dei vigili del fuoco, il sindaco, colui che, di fatto, ha reso virale questa storia condividendola sui social e infine ''un abbraccio a voi, fiammazzi brava gente''.

 

Diego Baratti ha voluto ringraziare così. Con un bellissimo post su Facebook dove ha ricordato le persone che a Ziano di Fiemme lo hanno accolto e che lui ha aiutato a rialzarsi a pochi giorni dalla terribile tempesta che ha cambiato il volto di vallate e montagne nel nostro Trentino. Partito dal mantovano armato di motoseghe, attrezzi per il giardinaggio e il suo camion ha raggiunto la Val di Fiemme e per qualche giorno ha aiutato la popolazione del posto (i fiammazzi, appunto) mettendo in campo il suo tempo, il suo impegno e la sua professionalità (QUI L'ARTICOLO COMPLETO).

 

La Val di Fiemme lo ha ringraziato pubblicamente sui social (sui gruppi della zona ''Sei di Cavalese..'' e ''Per chi ha la Val di Fiemme nel cuore..'') con post che hanno ricevuto una montagna di like e commenti di apprezzamento. Lui ha voluto rispondere così (qui sotto il testo integrale) spiegando anche che grazie alla diffusione della notizia in tanti gli hanno scritto, tra loro molti giovani, e hanno visto nel suo gesto di solidarietà un esempio da imitare e fare proprio. Perché anche nel disastro e quando le difficoltà paiono insormontabili è proprio la solidarietà a vincere su tutto. 

 

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 18:54

Il governatore in vista ad Ala attacca la precedente amministrazione provinciale: "Sono stati inconcludenti. Qui ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, noi ci prenderemo le nostre, ma i cittadini non possono correre simili rischi"

20 gennaio - 16:00

L'assessora preoccupata dal fatto che nel 2017 gli aborti in Trentino sono stati 703 mentre nel 2016 erano stati 684. Una minima crescita su base annuale che, ovviamente, ai fini statistici non ha valore mentre il dato resta comunque il secondo più basso di sempre. Nel 2007 erano quasi 1.300

20 gennaio - 19:07

L'allarme è stato lanciato intorno alle 15 dal padre. Il 43enne si trovava da solo in escursione. La macchina dei soccorsi subito in azione, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato