Contenuto sponsorizzato

Maltempo, vigili del fuoco al lavoro senza sosta e i cittadini li ringraziano con vassoi di dolci

Tantissimi i "Grazie" arrivati in questi giorni sia in Trentino che in Alto Adige per il lavoro che stanno portando avanti da ormai tre giorni senza sosta i vigili del fuoco 

Pubblicato il - 19 novembre 2019 - 08:27

BOLZANO. Da quasi 36 ore impegnati giorno e notte per rimettere in sesto strade, spalare fango e neve ma anche per rassicurare quelle famiglie che a causa di questa ondata di maltempo hanno dovuto lasciare la propria casa per motivi di sicurezza.

 

I vigili del fuoco impegnati sia in Trentino che in Alto Adige sono stati Tantissimi. Tutti i corpi presenti sul territorio hanno operato senza sosta.

Nella sola giornata di ieri in Alto Adige, dove la neve e la pioggia non hanno risparmiato nulla, ci sono stati oltre cento interventi dei vigili del fuoco, oltre 160 del soccorso sanitario e una ventina del soccorso alpino.

 

Non sono però mancate anche le sorprese perché mentre i vigili del fuoco stavano lavorando, sono arrivati i ringraziamenti da parte della popolazione con veri e propri vassoi pieni di dolci che hanno allietato qualche momento prima di rimettersi al lavoro.

 

Oggi, intanto, prosegue l'allerta. Pioggia e neve sopra i mille metri sono previsti fino al tardo pomeriggio con l'esaurimento in serata.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 16:22

Fugatti valuta se riaprire le scuole dopo il 3 dicembre, ma avverte: “Se il Governo nel suo Dpcm prevede che non si possano aprire noi dobbiamo adeguarci anche se siamo una Provincia autonoma”. Ruscitti assicura che anche i test antigenici vengono tenuti in considerazione per mettere le classi in quarantena e che le scuole sono tenute informate delle positività

25 novembre - 17:04

Sulle piste da sci Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Bolzano, Trento, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, chiedono un passo indietro al Governo: “Senza l’apporto della stagione invernale per la montagna è il disastro totale. Chiudere durante le festività natalizie significherebbe pregiudicare irrimediabilmente l’intera stagione”

25 novembre - 11:08

Per la giornata contro la violenza sulle donne pubblichiamo la lettera di Erika Perraro, sorella di Eleonora brutalmente uccisa tra il 4 e il 5 settembre 2019 a Nago. Una lettera dura che chiede un cambio di passo e di approccio al problema della violenza sulle donne. Perché i convegni e le promesse dei politici (che ogni 25 novembre si assomigliano ciclicamente) sono importanti ma la realtà vuole risposte diverse, rapide ed efficaci perché per troppe donne il tempo da perdere, purtroppo, è già finito

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato