Contenuto sponsorizzato

Va in piazza e spara in aria alcuni colpi, i carabinieri lo rintracciano e lo deferiscono

I fatti si sono svolti a Cavedine ieri sera. Questa mattina i militari lo hanno trovato e gli hanno sequestrato la pistola a salve

Pubblicato il - 13 aprile 2018 - 18:03

CAVEDINE. Si è recato in piazza e ha cominciato a sparare senza nessun motivo spaventando e non poco la cittadinanza. E' successo ieri sera a Cavedine in Piazza Italia. Un uomo di 53 anni del posto dopo essere stato in un locale e aver fatto bella mostra della sua pistola (una scacciacani con munizioni a salve) priva però di tappino rosso è uscito in strada e raggiunta la piazza centrale del paese ha esploso una serie di colpi

 

Nella mattinata di oggi è giunta la segnalazione ai carabinieri di Madruzzo dell'episodio. Immediatamente i militari dell’Arma si sono mobilitati e hanno cominciato ad indagare assumendo le opportune informazioni. L'attività d’indagine ha permesso non solo di deferire in stato di libertà il presunto autore del fatto, ma anche di rinvenire nella disponibilità dello stesso, 53enne del posto, la pistola, rivelatasi a salve, completa di un cospicuo numero di munizioni a salve.

 

Alla luce di quanto emerso, la pistola è stata sottoposta a sequestro ed il cittadino è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato