Contenuto sponsorizzato

Val di Fassa isolata, preoccupano Avisio e San Pellegrino, evacuate alcune zone. In Val di Fiemme l'acqua invade Ziano

A causa della situazione di emergenza ha ceduto il ponte della Cascata. Situazione difficile nelle Valli di Fiemme e Fassa

Di L.A. - 29 ottobre 2018 - 22:13

TRENTO. Preoccupa il livello dell'acqua dei torrenti Avisio e San Pellegrino. I corsi d'acqua si sono alzati in maniera critica e per questo il Comune di Moena ha disposto l'evacuazione delle zone interessante. L'amministrazione sconsiglia inoltre di rimanere negli interrati e cantine. 

A questo si aggiungono i continui boati di alberi che cadono sotto i colpi delle raffiche di vento in paese e lungo le arterie. La Val di Fassa è praticamente isolata tra smottamenti e piante in strada, sono particolarmente critiche le situazioni di passo Sella e Pordoi.

Risultano problemi alla viabilità verso la valle di Fiemme (accessibile dalla Valfloriana), tanti gli allagamenti e si segnala il crollo del ponte della Cascata.

Difficile la situazione a Ziano, le strade si sono trasformate in fiumi ed è in corso un incendio boschivo per il cedimento di un traliccio.

 

 

Sono costanti in tutto il Trentino i monitoraggi ai corsi d'acqua, mentre la macchina dei soccorsi è sempre operativa a pieno regime.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 20:41

L'intervento della Pat si articola in due fasi. Critiche anche Uil e Nursing up: "Ci chiediamo dove siano finiti i finanziamenti economici aggiuntivi che la Provincia ha ricevuto in marzo e maggio dal governo di Roma per sanità e contrattazione, per non parlare poi dei 20 milioni già stanziati nelle finanziarie provinciali per il nuovo contratto del pubblico impiego 2019/2021 e poi soppressi"

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato