Contenuto sponsorizzato

Valerio è scomparso da ieri, continuano senza sosta le ricerche. Il comune ai proprietari di immobili: ''Controllate baite e seconde case''

Duecento tra uomini e donne di Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino del Trentino e del Veneto e Guardia di Finanza. Usati anche droni con sensori termici ma nessuna traccia del 14enne

Pubblicato il - 05 September 2018 - 09:44

LAVARONE. Sono continuate per tutta la notte le ricerche di Valerio Bertoldi, il ragazzo di 14 anni scomparso ieri a Lavarone. Nessuna traccia, nessun avvistamento. Né i cani molecolari, né i droni con le telecamere termiche e nemmeno i 200 tra volontari e soccorritori che hanno battuto i sentieri hanno portato buone notizie.

 

Nella notte, quando le operazioni via terra si sono fermate per riprendere alle luci dell'alba, si sono alzati in volo i droni pilotati dai Vigili del Fuoco Permanenti di Trento. Sono attrezzati con sensori termici e unità ottiche aggiuntive e hanno individuato alcuni punti sensibili. Si tratta di immagini 'calde' che però potrebbero essere animali o addirittura sassi che hanno mantenuto il calore dell'irradiamento solare. 

 

Nella mattinata, riprese le ricerche, questi punti saranno tutti perlustrati ma fino ad ora nessuna buona notizia. Valerio Bertoldi non si trova, né lui né la sua mountain bike. E il fatto che fosse in sella della sua bicicletta allarga ancora di più la zona delle ricerche che da località Tomazol si estendono per parecchi ettari proprio perché con la bici si possono percorrere parecchi chilometri in un giorno. 

 

Oltre a Tomazol, le ricerche coprono Vigolana, Vezzena, Asiago, Centa, Levico, Santa Giuliana, Laste Basse e Pedemonte. Oltre ai Vigili del Fuoco di Lavarone, fin dalle 10.30 di ieri quando è scattato l'allarme sono impegnati i Permanenti di Trento, il Soccorso alpino sia trentino che veneto e la Guardia di Finanza

 

Il Comune di Lavarone sta seguendo da vicino le operazioni di ricerca e in una nota pubblicata su Facebook avvisa tutti i proprietari di casa della zona chiedendo la massima collaborazione: "Il Nucleo operativo per le ricerche chiede di controllare le vostre proprietà anche sparse come come baite, vòlti, soffitte. Se avete una seconda casa chiedete al vostro custode di controllare".


 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
03 agosto - 17:10
Il Cai Veneto non lo mette in dubbio: il Green Pass rappresenta uno strumento utilissimo nella strategia di contenimento della diffusione del [...]
Cronaca
03 agosto - 20:15
Lo scontro è avvenuto al termine del cavalcavia di Ravina in direzione nord a Trento
Cronaca
03 agosto - 17:05
Le precipitazioni più abbondanti interesseranno i settori occidentali e saranno concentrate sui rilievi. La fase più intensa si avrà tra il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato