Contenuto sponsorizzato

Variazione di bilancio da 10 milioni per il Comune di Trento. Gilmozzi: ''Sicurezza, sport e sociale le parole d'ordine"

Tra gli interventi previsti anche il presidio per la sicurezza in piazza Dante, oltre a 500 mila euro per la riqualificazione dell'edilizia abitativa 

Di gf - 27 luglio 2018 - 19:15

TRENTO. Non solo sport ma anche sicurezza stradale, sociale e attenzione a Trento nord. Sono queste le parole chiave dell'assestamento di bilancio da circa 10 milioni di euro che il Consiglio comunale di Trento ha approvato mercoledì sera. Soldi che vanno ad aggiungersi ai 30 milioni di euro circa approvati lo scorso aprile.

 

Un documento che ha tenuto conto delle tante istanze,  arrivate dalle opposizioni e dalla maggioranza, con gli emendamenti che hanno riguardato in parte gli stanziamenti per le associazioni sportive e in parte anche il tema della sicurezza delle persone con anche la creazione di un presidio in piazza Dante.

 

Assessore Italo Gilmozzi, anche in questa occasione il confronto con le opposizioni è stato ampio e in alcuni casi duro. Alla fine però si è arrivati ad un accordo.

Ho apprezzato molto la correttezza dei 5 Stelle e la disponibilità di spostare i soldi per la realizzazione di un lotto della pista ciclabile tra Povo e Villazzano. Per quanto riguarda il resto dell'opposizione di centrodestra abbiamo discusso e trovato in modo ragionevole un accordo.

 

E' una variazione che punta l'attenzione sulla parte straordinaria. Le spese correnti però non mancano. Quali sono?

Pur nella generale contrazione delle risorse voglio ricordare che abbiamo un 28,2% delle risorse della parte corrente che sono usate dalle politiche sociali e la famiglia, il 13,53% per i trasporti e diritto alla mobilità, l'8,91% per lo sviluppo sostenibile e la tutela del territorio e l'ambiente. Sono tutti numeri che esprimono le priorità comunali in modo evidenti.

 

La parte straordinaria, oggetto di questa variazione di bilancio ha riguardato la sicurezza viabilistica. Che interventi sono stati previsti?

Abbiamo previsto di realizzare diversi lavori per la sicurezza stradale e dei pedoni. Tra questi posso ricordare il marciapiede in via Malebis a Romagnano, ma poi anche a Montevaccino e Sopramonte. C'è la messa in sicurezza di alcune fermate dell'autobus e del cavalcavia di San Bartolomeo.

 

I finanziamenti per le associazioni sportive sono stati molto dibattuti e la Giunta ha scelto anche di accettare un emendamento dell'opposizione.

Con questa variazione di bilancio abbiamo continuato ad investire nello sport. C'è stato un trasferimento di 1,5 milioni di euro per il miglioramento degli impianti. Accanto a questo, come richiesto dal centrodestra, sono stati anche stanziati altri 300 mila euro per le associazioni sportive.

 

Come richiesta dall'opposizione è stato stralciato l'acquisto di un terreno a maso Smalz. La Giunta lo riproporrà?

Io trovo l'aver dovuto rinunciare all'acquisto di questa area un danno per la comunità. Saremmo potuti arrivare ad una riqualificazione dell'area e non solo. La sua utilità ovviamente non viene meno e quindi la ripresenteremo in consiglio comunale.

 

E' passata anche la casetta presidio in piazza Dante chiesta dal Patt.

I soldi previsti nella variazione di bilancio per questo presidio derivano da uno stanziamento deciso dalla Provincia.

 

Infine c'è poi il settore sociale con un'attenzione a Trento nord. In questo caso quali sono gli interventi più importanti?

Sono molti gli interventi in questo ambito. Tra questi abbiamo stanziato 500mila euro ad Itea per la riqualificazione dell'edilizia abitativa. C'è poi l'intervento al Magnete, molto atteso dalla cittadinanza, per la riqualificazione della zona con la realizzazione di un parco. Oltre ovviamente alla ciclabile.

 

Alla fine non sono pochi i milioni di euro stanziati in pochi mesi.

Non sono pochi e riguardano tutti progetti che la cittadinanza attende. La faccia di diverse zone della città cambierà totalmente rispondendo anche ai bisogni della comunità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 13:30

Ecco cosa dice la bozza del nuovo dpcm che sarà valido fino al 6 aprile. La zona rossa diventa più rossa con la chiusura anche di parrucchieri e barbieri quella bianca sempre più una realtà (dopo il caso della Sardegna) e prevede la riapertura praticamente di tutto (bar, ristoranti, cinema e teatri senza coprifuoco alle 22) eccetto fiere, congressi, discoteche e stadi. Resta il divieto di spostamento tra regioni ma novità per i musei

27 febbraio - 12:53

Si allunga l’elenco di Regioni e Province che hanno scelto di chiudere le scuole, troppo alto il rischio di contagi. Rezza: “Quando si parla di chiusure scolastiche è sempre doloroso ma laddove ci sono dei focolai o sono presenti le varianti è chiaro che tale decisione è assolutamente da considerare”

27 febbraio - 12:15

Sono svariati migliaia i tamponi processati per cercare le varianti in Alto Adige e complessivamente i casi trovati sono 630 e ''finora la mutazione sudafricana è stata trovata solo nella zona di Merano, Val Passiria e Val Venosta''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato