Contenuto sponsorizzato

A Trento e Rovereto in piazza per chiedere "Verità per Giulio Regeni"

A tre anni dalla scomparsa del giovane ricercatore in Egitto i gruppi di Trento e Rovereto di Amnesty International organizzano due presidi venerdì 25 gennaio 2019.  In parallelo iniziative simili previste in più di 100 piazze italiane

Pubblicato il - 21 gennaio 2019 - 19:56

TRENTO. In occasione del terzo anniversario della scomparsa di Giulio Regeni anche in Trentino in molti tornano in piazza per chiedere che sia fatta finalmente luce su una tragica vicenda.

 

Alle 19.41 del 25 gennaio 2016 si persero le tracce del giovane ricercatore italiano in Egitto. Il suo corpo venne fatto trovare alcuni giorni dopo, con evidenti segni di tortura. Ad oggi non sono ancora del tutto chiare le circostanze della morte di Giulio Regeni, né sono stati incriminati i suoi responsabili. È chiaro anzi che rimangono estese reticenze da parte del governo egiziano, considerato un partner dall'Italia.

 

È per questo che la sezione italiana di Amnesty International torna in piazza in occasione del terzo anniversario della scomparsa di Giulio Regeni. In parallelo con iniziative simili previste in più di 100 piazze italiane, i gruppi di Trento e Rovereto di Amnesty International organizzano due presidi venerdì 25 gennaio 2019, a cui tutti sono invitati a partecipare a Trento  in Piazza Pasi a partire dalle 19 e a Rovereto, in Piazza delle Erbe, a partire dalle 19.15 (Qui info).

 

Fin dal primo giorno Amnesty International è impegnata, al fianco della famiglia Regeni, a chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni e a denunciare le violazioni dei diritti umani compiute in Egitto, dove continuano le sparizioni forzate e le violenze arbitrarie. “Affinché sia fatta piena luce su quanto accaduto – spiega in una nota Amnesty International - la mobilitazione dell'opinione pubblica rimane fondamentale”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato