Contenuto sponsorizzato

Batterie per auto, pannolini, bidoni dell’olio e tanto altro. Dal Sarca riaffiorano oltre 300 chili di rifiuti, volontari al lavoro per ripulire il fiume

‘Sarca Nuda’ strepitoso successo dell’iniziativa promossa dall’associazione ‘Rotte Inverse’. Una giornata di pulizie sulle rive del fiume Sarca, in appena tre ore un centinaio di volontari hanno raccolto oltre 300 chili di rifiuti, dalle acque spunta anche una bicicletta, Monetti: “Queste iniziative siano d’esempio per le amministrazioni”

Di Tiziano Grottolo - 18 marzo 2019 - 13:28

ARCO. Il mese scorso aveva riscosso molti consensi l’iniziativa solitaria di Daniele Monetti, presidente dell’associazione ‘Rotte Inverse’, che in poche ore aveva raccolto 6 chili di rifiuti da una delle spiagge del fiume Sarca.

 

Da qui l’idea dell’associazione di lanciare una nuova giornata di pulizie lungo le sponde del fiume per raccogliere altri rifiuti. ‘La Sarca nuda’, questo il nome dell’iniziativa, ha trovato una grande risposta da parte della cittadinanza infatti sono stati oltre un centinaio i volontari che hanno raccolto l’appello dell’associazione ambientalista: “Sono davvero commosso per la giornata – ha affermato il presidente di ‘Rotte Inverse, Monetti – inaspettata e ricca di bellissima gente, con tanta speranza per un mondo migliore”.

Solitamente la domenica è il giorno dedicato al riposo, evidentemente non quello dei volontari di ‘Rotte Inverse’ che ‘armati’ soltanto di guanti, sacchi per l’immondizia e tanta buona volontà, hanno percorso in lungo e in largo le sponde del fiume raccogliendo la spazzatura accumulatasi in anni di incuria.

 

Dalle acque del fiume è riemerso ogni genere di rifiuto: “Un supermercato in versione zombie” ha scherzato Monetti, batterie per auto, pannolini, bidoni dell’olio, copertoni di auto, imballaggi e flaconi di detersivo sono alcuni dei rifiuti abbandonati sulle sponde del fiume. Perfino delle biciclette e qualche decina di metri di un telo in plastica dura, riaffiorato nei pressi della pista di aereoplanini a Prato Saiano, sono da includere nel ‘bottino’ dei volontari. Infine, tra le altre cose sono stati recuperati anche alcuni documenti d’identità, prontamente consegnati alla polizia.

‘Sarca Nuda’ strepitoso successo dell’iniziativa promossa dall’associazione ‘Rotte Inverse’

“È stato bello ed importante riverificare che l'unione fa la forza, un grande esempio che riporta una priorità alle amministrazioni comunali: l'acqua pulita, oltre che pubblica” ha affermato Monetti. Il presidente di ‘Rotte Inverse’ non ha però risparmiato una frecciatina all’amministrazione comunale arcense: “Abbiamo fortemente voluto che questa iniziativa non avesse cappelli politici per ribadire ancora una volta la nostra volontà di essere indipendenti”. Monetti ha poi suggerito all’amministrazione di investire maggiormente nella conservazione e la tutela del fiume Sarca, “Anziché – ha voluto sottolineare il presidente di ‘Rotte Inverse’ – nel cementificare ulteriormente terra vergine”.

 

Il riferimento nemmeno troppo velato è rivolto al faraonico progetto che potrebbe prendere piede nell’area di Linfanno e che vedrebbe la nascita di un nuovo centro natatorio, il tutto a scapito di un’area agricola di pregio, proprio dove vengono coltivati i famosi broccoli.

 

Al netto delle polemiche si stima che nell’arco della giornata di pulizie, in totale, siano stati recuperati dal fiume oltre 300 chilogrammi di immondizie che prima di essere definitivamente smaltiti secondo i criteri della raccolta differenziata, sono stati ammassati davanti al Cantiere 26 di Arco dove la giornata si è conclusa con lo spettacolo teatrale a tema dal titolo ‘Del maiale non si butta via niente’. “Pochi giorni fa a Trento sono scese in piazza 5000 persone per protestare contro i cambiamenti climatici, oggi questo, forse qualcosa sta davvero cambiando le persone stanno acquisendo una maggior consapevolezza e questo ci fa ben sperare per il futuro” ha concluso Monetti.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato