Contenuto sponsorizzato

Bloccati in auto dagli alberi schiantati dal vento, paura in Val di Fassa. Strade in Val San Nicolò ancora interrotte

Il maltempo di ieri ha colpito di nuovo la Val di Fassa. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro per liberare le strade da un fronte di oltre 200 metri di alberi abbattuti 

Pubblicato il - 07 luglio 2019 - 09:52

VAL DI FASSA. Sono stati momenti di paura quelli di ieri sera per alcuni residenti della Valle San Nicolò che si sono trovati bloccati con la propria macchina in mezzo agli alberi che stavano cadendo lungo la strada ad inizio della valle. Fortunatamente la macchina su cui viaggiavano non è stata colpita e grazie anche all'aiuto dei vigili del fuoco sono riusciti a liberarsi e ad essere portati in salvo.

 

Ieri sera la Val di Fassa è stata nuovamente sconvolta da un violento nubifragio che si è abbattuto con un fortissimo vento soprattutto nella zona della Val di San Nicolò. Un ennesimo disastro dopo quello che è successo qualche giorno fa dove una donna è morta dopo essere caduta sul rio San Nicolò durante una tempesta. (QUI L'ARTICOLO)

 

Ieri sera le forte raffiche di vento hanno sradicato decine di alberi che sono poi caduti sulla strada. L'allarme è stato lanciato nella seconda parte del pomeriggio. I vigili del fuoco si sono immediatamente attivati per far fronte a numerosi interventi. Si sono trovati davanti un fronte di oltre 200 metri di piante abbattute.

La via che porta per la Val san Nicolò, dopo la malga Crocefisso, anche in queste ore continua ad essere chiusa per lo sgombero degli alberi caduti e non transiteranno nemmeno le navette. Rimane invece accessibile la laterale per la Val Monzoni e servita dai trasporti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato