Contenuto sponsorizzato

Carne e pesce in cattivo stato di conservazione, sequestrati quasi 70 chili di prodotti a Trento

 Un 30 enne cittadino cinese è stato segnalato sia all’Autorità Giudiziaria che a quella amministrativa essendo emerse gravi irregolarità circa la conservazione delle derrate alimentari

Pubblicato il - 24 giugno 2019 - 15:09

TRENTO. Sono 58 chilogrammi di carni avicole e 8 chilogrammi di pesce il quantitativo che i carabinieri del Nas di Trento hanno sequestrato negli ultimi giorni a Trento.

 

L'operazione è avvenuta nel corso di alcuni controlli messi in atto per il benessere dei cittadini e dei turisti che sempre più numerosi vengono in visita nel capoluogo trentino.

I controlli sono stati effettuati nel centro storico presso gli esercizi pubblici adibiti alla preparazione di cibi ed alla vendita di generi alimentari effettuando verifiche amministrative e controlli di natura igienico sanitaria in alcuni negozi etnici del settore.

 

Proprio durante uno di questi controlli, un 30 enne cittadino cinese è stato segnalato sia all’Autorità Giudiziaria che a quella amministrativa essendo emerse gravi irregolarità circa la conservazione delle derrate alimentari e posto sotto sequestro circa 58 Kg. di carni avicole e 8 Kg. di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato