Contenuto sponsorizzato

Cavalese, al via i lavori per la nuova sala parto. Stanziato un milione di euro, tre mesi per il completamento del blocco travaglio-nascita

Ad aggiudicarsi l'appalto un raggruppamento temporaneo d'imprese. Il progetto: un'area di 200 metri quadrati con due sale parto (una con vasca), una zona nido e una sala operatoria

Pubblicato il - 05 aprile 2019 - 11:40

CAVALESE. Al via l'intervento per la realizzazione della nuova sala operatoria dedicata alle emergenze ostetriche dell'ospedale di Cavalese. Il verbale di consegna dei lavori è stato sottoscritto oggi, venerdì, come anticipato dal direttore generale dell'Azienda sanitaria Paolo Bordon nel corso degli incontri con gli amministratori locali dell'Avisio. L'opera sarà pronta in tre mesi.

 

Sono infatti 90 i giorni stabiliti per il completamento dei lavori. L’intervento a completamento della ristrutturazione del blocco travaglio-parto rientra nei lavori previsti per la riapertura del punto nascite dell'ospedale di Cavalese: servirà a garantire il rispetto degli standard di qualità e di sicurezza previsti dalle indicazioni ministeriali per i punti nascita.

I lavori sono stati assegnati in appalto, con procedura negoziata con 20 ditte invitate, a un raggruppamento temporaneo di imprese. L'importo complessivo previsto per la realizzazione dell’intervento è di 1 milione e 45.000 euro.

Al termine dei lavori, che prevedono anche il rinnovo degli arredi e delle tecnologie, sarà completata la ristrutturazione del blocco travaglio parto, sviluppato su una superficie di 200 metri quadrati e dotato di due moderne e accoglienti sale per il parto fisiologico, di cui una con vasca, di una zona nido e di una sala operatoria ampia e versatile.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 11:15

Anche Trento si è svegliata tappezzata dai manifesti delle "Mascherine tricolori". L'obiettivo, questa volta, è Amazon. Tra inviti a sostenere i commercianti locali e a boicottare il colosso dell'e-commerce, in messaggi intrisi di nazionalismo e cospirazionismo, dietro c'è sempre l'estrema destra

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato