Contenuto sponsorizzato

Consumatori, boom di problemi nell'acquisto di auto usate. Nel 2018 restituiti ai cittadini oltre 800mila euro

Telefonia, commercio ma anche auto. Sono questi i settori nei quali i trentini nel corso del 2018 hanno trovato maggiori problemi con le truffe e che li hanno portati a rivolgersi al Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti di Trento

Di Giuseppe Fin - 21 marzo 2019 - 22:10

TRENTO. Telefonia, commercio ma anche auto. Sono questi i settori nei quali i trentini nel corso del 2018 hanno trovato maggiori problemi con le truffe e che li hanno portati a rivolgersi al Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti di Trento.

 

“La novità che ci siamo trovati davanti – ha spiegato il responsabile del Centro, Carlo Biasior – sono i problemi con le auto che si trovano al terzo posto tra le casistiche affrontate. Ci sono moltissimi problemi che riguardano sia l'acquisto di veicoli nuovi ma anche e soprattutto quelli usati”.

Per quanto riguarda le auto nuove molti trentini si sono trovati ad affrontare ritardi con le consegne ma anche, in alcuni casi, la completa inesistenza del mezzo acquistato. Per quello che riguarda invece le auto usate, le difformità presenti nei mezzi rispetto a quelli descritte dal venditore.

 

Dal punto di vista numerico, nel corso del 2018 sono stati 312 i casi di richiesta informazioni inerenti le auto ricevute dal Centro mentre sono stati 160 i veri e propri casi affrontati con un valore di quasi 66 mila euro riuscendo poi a recuperarne 67 mila euro circa.

 

In totale il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti di Trento lo scorso anno ha registrato 6.015 casi per un valore complessivo delle controversie trattate di oltre 1 milione e 200 mila euro e un totale di somme recuperate per i consumatori trentini oltre 813 mila euro con un incremento del recuperato rispetto al 2017 che si attesta in un + 17%.

 

(Qui la relazione completa)

 

 

A fare la parte da leone tra i problemi riscontrati ci sono quelli riguardanti la telefonica. Sono stati registrati problemi con la lavorazione del recesso/disdetta/chiusura; problemi con cambio gestore ma anche servizi che non funzionano, addebiti sbagliati, modifiche unilaterali di contratto e tanto altro.

 

Sono state 815 i casi di richieste informazioni da parte dei cittadini in tema di telefonia mentre 1487 le situazione concrete nelle quali il Centro consumatori si è mosso. Il valore complessivo delle controversie è stato di circa 50 mila euro mentre il recuperato 70 mila euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 luglio - 19:22

In aula il presidente della Provincia ha ribadito più volte che non c'è compatibilità tra grandi carnivori e agricoltura e allevamento di montagna rischiando di svilire dei progetti apprezzati e premiati in tutta Europa che possono essere migliorati ma hanno già raggiunto grandi risultati (170.000 euro di danni in un anno per le 100-120 unità tra orsi e lupi sono circa 1.500 euro a grande carnivoro, cifre migliorabili ma comunque molto basse)

22 luglio - 19:18

L'incidente è avvenuto intorno alle 17.45 l'escursionista stava percorrendo il sentiero lungo la via ferrata Burrone Giovanelli per raggiungere il canyon e poi il monte di Mezzocorona

22 luglio - 13:11

Parliamo di errore perché non potrebbe essere altrimenti. Il presidente della Pat ha pronunciato queste parole questa mattina in consiglio provinciale illustrando l'assestamento di bilancio 2019-2021 ed è la frase è anche nel documento. ''Un miracolo che può riuscire solo all'assessore alla conosc(i)enza Bisesti'', commenta l'ex assessora Sara Ferrari. In realtà, si immagina, volessero scrivere Alta formazione professionale (e non università) 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato