Contenuto sponsorizzato

Costi fasulli e fatture inesistenti, nei guai un imprenditore  

La Guardia di Finanza ha sottoposto a sequestro conti correnti bancari e immobili che l’imprenditore deteneva in varie regioni italiane, per un valore complessivo pari a 428 mila euro

Pubblicato il - 04 luglio 2019 - 12:50

EGNA. Metteva in contabilità costi fasulli documentati da fatture inesistenti per frodare il fisco. La Guardia di Finanza di Egna, al termine di due verifiche fiscali svolte nei confronti di altrettante società edili con sede a Egna, ha sottoposto a sequestro conti correnti bancari e immobili che l’amministratore unico deteneva in varie regioni italiane, per un valore complessivo pari a 428 mila euro.

 

Dall’attività ispettiva condotta dai finanzieri, la frode per operazioni inesistenti è stata di circa 1,8 milioni di euro. Le fatture venivano emesse da imprese con sede in Emilia-Romagna, anch’esse formalmente operanti nel settore edile ma che sono risultate veri e propri “evasori totali”, cioè soggetti economici che non adempiono agli obblighi tributari e non versano imposte all’Erario.

 

Al termine delle verifiche fiscali, condotte attraverso i consueti esami contabili nonché effettuando indagini bancarie e incrociando le informazioni contenute all’interno delle numerose banche dati di cui dispone la Guardia di Finanza, è stata scoperta anche un’evasione all’imposta sul valore aggiunto pari a circa 400 mila euro.

 

Per la rilevanza dell’evasione scoperta, l’amministratore delle due società è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Bolzano per i reati di emissione e utilizzo di fatture per operazione inesistenti, puniti con la reclusione da un anno e mezzo a sei anni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 05:01

Vittoria De Felice era candidata in circoscrizione a Piedicastello ma in queste settimane è finita su giornali nazionali e locali esclusivamente per il suo corpo. Sono stati usati gli aggettivi più classici delle commediacce anni '80 e così è stata definita ''bombastica'', ''sexy candidata'', ''appariscente'', ''mozzafiato''. Lei ha atteso la fine del voto ed ecco cosa ha detto

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato