Contenuto sponsorizzato

Fiori divelti e cestini distrutti nella piazzetta del Conservatorio: vandali in azione in città

L'episodio non è il primo, e si è verificato nonostante le telecamere presenti in zona nella notte tra sabato e domenica

Una foto della piazza
Pubblicato il - 10 giugno 2019 - 09:49

TRENTO. Non è di certo la prima volta che accade, anzi, la zona è già finita al centro delle cronache per il medesimo motivo. Parliamo della piazzetta davanti al Conservatorio, i cui arredi sono stati oggetto nella notte tra sabato e domenica di vandalismi.

 

La piazza è quella dalla quale si diramano via Marchetti, via Ferruccio Francesco, vicolo e via Santa Maria Maddalena. A essere presi di mira dai vandali sono stati cestini e fioriere. Piante divelte dal terreno e scaraventate a terra, cestini imbrattatidistrutti e spostati in mezzo alla piazza, cartelli sradicati dalla loro postazione: questo lo scenario che i residenti hanno trovato davanti ai loro occhi domenica mattina.

 

Come si diceva, la zona è già finita sulle pagine dei giornali in passato per episodi analoghi. Sollecitata dai residenti, in febbraio dal Comune (dopo l'approvazione di una mozione delle minoranze in consiglio) era stata emanata un'ordinanza anti-degrado che vietava il consumo di alcol in strada.

 

In zona sono inoltre presenti delle telecamere per la sorveglianza. Delle manovre che però non sono bastate a scoraggiare i vandalismi della scorsa notte.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 agosto - 19:21

Dopo l'azione degli Schützen di ieri, che hanno coperto i nomi tedeschi in 600 cartelli per denunciare l'ingiustizia della non ufficialità dei toponimi tedeschi, la questione torna al centro del dibattito. Delle Donne: "E' meramente politica, fu l'Svp a non renderla ufficiale". Klotz: "Si vuole dare valenza istituzionale a nomi fascisti e inventati. L'azione degli Schützen evidenzia l'ingiustizia"

17 agosto - 12:12
Le tracce del plantigrado sono state trovate nelle vicinanze di malga Ora a quota 1.875 metri tra il passo Lavazè in val di Fiemme e Nova Ponente sul versante altoatesino. Le orme sono state rilevate dopo che altre tracce erano state lasciate dal plantigrado nel territorio del comune di Giovo sul versante di Faedo. La Provincia conferma
17 agosto - 18:39

E' successo questo pomeriggio. A perdere la vita è un uomo di 54 anni che stava percorrendo la strada dal Tonale verso Vermiglio. Sul posto vigili del fuoco, soccorsi sanitari, elicottero e carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato