Contenuto sponsorizzato

IL VIDEO. Tuffo della Merla, un centinaio i coraggiosi a tuffarsi nelle acque gelide del lago di Ledro

A sfidare il freddo persone di ogni fascia di età: dai ragazzi a chi non è più giovane. La formula prevede un doppio tuffo e una doppia nuotata di circa venti metri

Pubblicato il - 27 gennaio 2019 - 16:48

VALLE DI LEDRO. Sono stati circa un centinaio i coraggiosi che quest'oggi, attorno a mezzogiorno, hanno preso parte all’undicesima edizione del Tuffo della Merla prevista a Pieve di Ledro.


Un vero e proprio tuffo da Guinness dei Primati perché il Tuffo della Merla è un evento unico in Italia. Nel Lago di Ledro, a circa 655 metri sul livello del mare e con la temperatura dell’acqua vicina allo zero, ci si è tuffati in costume da bagno con una doppia nuotata di circa venti metri.


A sfidare il freddo persone di ogni fascia di età: dai ragazzi a chi non è più giovane ma ha mostrato la voglia di osare tipica dei teenager. Quello del Tuffo della Merla è ormai un'irrinunciabile tradizione che nel corso degli anni ha visto decine e decine di tuffatori d’eccezione gettarsi nelle acque color cobalto del Lido di Pieve.

 

Quasi cento solo lo scorso anno, provenienti da tutte le regioni del Centro-Nord Italia e anche dall’estero. L’idea è nata nel gennaio 2009 con un debutto che ha coinvolto 14 tuffatori, numero costantemente cresciuto negli anni fino a sfondare il centinaio di presenze.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

07 marzo - 18:26

L'amministrazione comunale continua a respingere la semplicissima proposta volta a sensibilizzare la comunità sul rispetto delle donne e contro la violenza. Vardon Inant: ''La Giunta provinciale in questi giorni ha deciso di aderire al progetto nazionale 'Panchina rossa' coinvolgendo anche, come parte attiva, i Comuni. Torniamo a chiederla per Mazzin e a tal proposito abbiamo deciso di interpellare direttamente la Provincia''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato