Contenuto sponsorizzato

Imbocca la statale in contromano. Il conducente: ''Colpa del navigatore'', ma scatta la multa

Il fatto è avvenuto verso mezzogiorno di oggi, giovedì 6 giugno, quando un agente della polizia locale, mentre si stava recando a svolgere il servizio di vigilanza alle scuole di Villazzano, ha notato un'auto compiere una manovra vietata dal codice della strada

Pubblicato il - 06 giugno 2019 - 17:08

TRENTO. Un'auto è stata fermata mentre viaggiava in contromano lungo la strada statale 47 della Valsugana. Il conducente è stato bloccato dalla polizia locale

 

Il fatto è avvenuto verso mezzogiorno di oggi, giovedì 6 giugno, quando un agente della polizia locale, mentre si stava recando a svolgere il servizio di vigilanza alle scuole di Villazzano, ha notato un'auto compiere una manovra vietata dal codice della strada.

 

L'uomo di nazionalità italiana e domiciliato a Trento, a bordo di una Fiat Punto, percorreva via Bassano in direzione nord e superata la località Piazzina ha proseguito la marcia tenendosi sulla sinistra.

 

A quel punto, nonostante il divieto imposto dalla segnaletica, si è immesso sulla statale 47 della Valsugana in contromano. Alla richiesta di spiegazioni, il conducente si è giustificato scaricando la colpa al navigatore.

 

Al  conducente è stata contestata la violazione dell’articolo 143 comma 12 che prevede che “chiunque circola percorrendo la carreggiata contromano, quando la strada è divisa in più carreggiate separate, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 328 a euro 1.311 con decurtazione di 10 punti sulla patente e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 15:44

Oltre ai dettagli, riferiti dallo stesso medico veterinario ai militari del Cites, su come M49 abbia più volte tentato di scagliarsi contro la recinzione, M57 ripeta dei movimenti ritmati, Dj3 non si nutra per paura degli altri due esemplari, ecco cosa hanno riportato i carabinieri nella loro relazione: ''Si è ritenuto necessario ricorrere alla somministrazione quotidiana di integratore a base di acido gamma amminobutirrico, con effetto inibitorio del sistema nervoso centrale, per prevenire e controllare lo stato di stress di M49 (..) e M57''

01 ottobre - 17:03

Questa mattina la prima conferenza stampa di presentazione della nuova giunta comunale. Coesione, trasversalità, ascolto e concretezza: questi i valori che accompagneranno l’amministrazione per i prossimi 5 anni. Sul tema Covid, Ianeselli: “Santa Maria Maddalena inaccettabile. Pronti ad intervenire se necessario”

01 ottobre - 16:34

Dopo l'individuazione di un focolaio nel settore delle carni a Chiusa e i tanti casi trovati nelle scuole (con successive chiusure e quarantene di studenti e personale), l'Alto Adige registra un nuovo focolaio in un'azienda di lavorazione dell'alluminio a Bressanone. 25 i contagiati. L'azienda: "Contagi avvenuti in ambienti privati e nel carpooling"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato