Contenuto sponsorizzato

Interventi di disgaggio per mettere in sicurezza la provinciale dopo la frana. Nel pomeriggio la strada potrà essere richiusa

Questa mattina intorno alle 7 si è verificato un distacco di materiale roccioso e fangoso sulla strada tra Vezzano e Ranzo (QUI ARTICOLO)

Pubblicato il - 11 febbraio 2019 - 13:05

VEZZANO. Si faranno dei lavori di disgaggio, quest'oggi, sul versanete montuoso da dove è caduta la frana di questa mattina che ha invaso parte della strada provinciale 18 che collega l'abitato di Vezzano con Ranzo. L frana si è verificata a un chilometro dall'abitato di Lon e ha visto precipitare sull'asfalto dei massi e del fango.

 

Un distacco che ha provocato anche la chiusura temporanea della strada (poi riaperta) in attesa che vigili del fuoco e personale della provincia provvedessero a liberare la viabilità e a mettere in sicurezza l'area. Sul luogo è stata effettuata una ricognizione con l’elicottero dei vigili del fuoco che ha permesso di individuare la zona del crollo.

 

Secondo il Servizio gestione strade della Provincia autonoma di Trento, il 90 per cento del volume della frana si è già riversato a valle ma nel pomeriggio di oggi sono previsti dei lavori di disgaggio del versante montuoso che provocheranno la sospensione temporanea della circolazione.

 

Al termine dell’intervento, nella serata di oggi, è previsto un sopralluogo per decidere ulteriori interventi. I danni subiti dalla strada provinciale sono comunque molto contenuti e sono limitati al manto stradale, che sarà ripristinato nelle prossimo ore.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 05:01

L'assessore all'Istruzione delinea le coordinate della riforma: ''Punteremo sull'apprendimento linguistico in tenera età e sulla valorizzazione delle competenze dei professori''

23 febbraio - 11:50

Cinque associazioni hanno sottoscritto una lettera di protesta nei confronti della decisione della Provincia di bloccare il progetto di accoglienza per 24 donne ospitate a Lavarone e che saranno trasferite a Trento 

22 febbraio - 20:00

Nei prossimi mesi anche l'Arcidiocesi di Trento aprirà un nuovo sportello contro gli abusi interni alla chiesa. Nell'ultima relazione fatta dalla diocesi di Bolzano - Bressanone i casi di abusi sessuali e violenze sono stati undici  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato