Contenuto sponsorizzato

La pioggia non ferma la marcia ''No ai pesticidi''. In centinaia per un'agricoltura pulita e libera

Tantissimi cittadini si sono ritrovati in piazza Dante per poi raggiungere a piedi il quartiere Le Albere: "Chiediamo entra un anno il divieto di uso del glifosate e del chlorpyrifos"

Pubblicato il - 20 maggio 2019 - 10:24

TRENTO. Sono state centinaia le persone che ieri pomeriggio hanno preso parte alla marcia promossa da “Agricoltura Trentino”  (QUI L'ARTICOLO) per dire “No ai pesticidi” e per una agricoltura “pulita e libera”.

 

L'appuntamento è stato alle 14 in piazza Dante e la pioggia non ha scoraggiato i cittadini che sono arrivati sul posto con cartelli colorati e tantissimi scritte: “Trentino pesticidi free”, “Il futuro è nelle nostre mani”, “Contro la monocultura delle menti semina biodiversità” solo per citarne alcune.

 

Nel 2017 in Trentino sono state utilizzate 2.175 tonnellate di pesticidi con una media per ettaro di superficie coltivata di 51 kg con picchi di 90 in certe zone del territorio. Numeri che fanno impallidire la media nazionale di 5 chilogrammi.

 

La marcia con diversi striscioni ha attraversato le vie del centro per raggiungere poi il quartiere delle Albere.

 

“Definiamo i pesticidi una 'tecnologia fuori controllo' perché sono ovunque: nei ghiacciai, nei corpi di chi vive in aree coltivate in modo intensivo secondo il protocollo integrato, nelle feci degli animali. Un cambiamento è non solo possibile ma necessario e può partire dall’agricoltura che chiediamo produca cibo senza veleno, tuteli la biodiversità e la fertilità del suolo, protegga la bellezza naturale del nostro paesaggio, rispetti le particolarità e le varietà agricole antiche del nostro territorio, fatto di piccole realtà frammentate”.

 

Dal corteo sono arrivate chiare e forti anche alcune richieste alla Provincia: entro 1 anno divieto di uso del glifosate e del chlorpyrifos, entro 5 anni conversione a un'agricoltura senza pesticidi di sintesi, entro 10 anni Trentino Alto Adige regione con filiere corte e diversificazione produttiva.

 

''Stop ai pesticidi'' anche a Trento in centinaia alla marcia

(Foto tratte da Fb Agricoltura Trentino)

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 11:36

Iniziata nel marzo 2016, l'operazione Carthago ha portato a sgominare una rete ramificata in Marocco, Olanda, Spagna, Svizzera e Italia. Due i nuclei criminali composti da nordafricani e italiani legati ai clan di Torre Annunziata e alla mafia foggiana, che controllavano anche il mercato trentino. 73 gli indagati totali, 19 gli arrestati e sequestrati stupefacenti per un valore di 70 milioni di euro

19 settembre - 06:01

Dopo i fatti di luglio e agosto, con il ritrovamento di 47 e 180 capi morti, la Procura di Trento si prepara ad aprire un processo per indagare su diversi possibili illeciti. La determinazione della causa di morte, riportata dal referto dell'Istituto zooprofilattico, rischia di aprire un "vaso di Pandora" sul sistema dei titoli per ettaro erogati dall'Unione Europea

18 settembre - 18:45

In questi anni gli avvistamenti di questa specie si sono fatti sempre più rari e dal 2006 il Carpione del Garda è entrato a far parte della lista delle specie fortemente a rischio estinzione. Fra le cause di questa dipartita ci sono sia fattori umani che ambientali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato