Contenuto sponsorizzato

Neve in maggio, muri alti anche 20 metri e apertura dei passi rimandata

I tecnici al lavoro per liberare le arterie e mettere in sicurezza i passi. Sul passo Rombo, a quota 2.500 metri, si è arrivati a misurare anche 21 metri di altezza della massa nevosa accumulata dal vento e dalle slavine

Pubblicato il - 16 maggio 2019 - 20:10

STELVIO. Restano chiusi il passo dello Stelvio, passo Rombo, passo Pennes e passo Stalle. Troppa le neve delle ultime settimane che in alcune zone ha creato dei punti accumulo alti anche più di 20 metri.

Per esempio sul passo Rombo, a quota 2.500 metri, si è arrivati a misurare anche 21 metri di altezza della massa nevosa accumulata dal vento e dalle slavine. Dei dati impressionanti che hanno trasformato il paesaggio della zona che in alcuni punti presenta dei veri e propri muri bianchi.

In questi giorni si sta lavorando sul passo Rombo, al confine con l'Austria, sul passo Stelvio, passo Stalle e passo Pennes. La neve riesce a formare muri di 10-12 metri apparentemente inespugnabili 

Al Passo Stalle la chiusura invernale verrà revocata venerdì 17 maggio dalle 17.30. Le eccezionali nevicate, anche fuori stagione, hanno costretto a posticipare le aperture dei principali passi in Alto Adige, dopo un inverno particolarmente ricco di precipitazioni.

I tecnici e il personale del servizio strade della Provincia di Bolzano sono impegnati da settimane per liberare le arterie e mettere in sicurezza le diverse aree. Operazioni delicate anche per le zone impervie, tanto che è necessario il costante monitoraggio e via libera della commissione valanghe a causa dei rischi e pericoli legati agli accumuli e ai repentini sbalzi termici. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 05:01

Piazza Dante tergiversa, approfondisce in attesa di chissà quale illuminazione. La legge è stata licenziata a luglio, il Tar ha accolto i ricorsi di diversi esercizi commerciali a inizio settembre, ma ancora si decide di non decidere

26 settembre - 20:28

La vetta della classifica resta saldamente in mano al Nordest con Bolzano che si conferma prima e Trento al terzo posto. Belluno, invece, si piazza al 32esimo posto, penalizzato quasi in tutte categorie. Brilla, però, con 5 punti su 5, nella categoria Sicurezza e Legalità: un risultato migliore anche rispetto ai due capoluoghi del Trentino - Alto Adige

26 settembre - 21:01
La via sterrata è molto stretta e il conducente della vettura ha accostato per cercare di far passare il furgone. Nella manovra però l'auto è finita nella scarpata. In azione vigili del fuoco di zona e carabinieri 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato