Contenuto sponsorizzato

Neve in Trentino, dai 20 centimetri sul Bondone ai 10 in Valsugana. Ecco la situazione delle strade

Sono al lavoro le forze dell'ordine per controllare la situazione e per verificare che i mezzi abbiamo le giuste dotazioni invernali. Non si registrano al momento particolari problemi alla viabilità

Pubblicato il - 01 febbraio 2019 - 12:48

TRENTO. Sta nevicando in queste ore su tutto il Trentino. Attualmente, tutte le strade principali sono transitabili, senza particolari difficoltà ma non sono mancati gli incidenti che hanno coinvolto questa mattina uno scuolabus e altri mezzi usciti di strada a causa del fondo stradale innevato.

Sono al lavoro le forze dell'ordine per controllare la situazione e per verificare che i mezzi abbiamo le giuste dotazioni invernali visto la situazione delle strade. Si raccomanda di viaggiare con prudenza con pneumatici antineve o con catene montate, per possibili tratti con aderenza ridotta o con formazione di ghiaccio.

 

Ecco, nel dettaglio, la situazione alle ore 12.00

 

ALTA VALSUGANA
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo la Ss 47 della Valsugana. Lo spessore della neve caduta in valle è dell’ordine di 5-10 centrimetri. In quota: Altopiano di Pinè, Panarotta, alta Val dei Mocheni, Altopiano di Lavarone e Luserna, lo spessore della neve è di circa 15 centimetri. Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

 

TRENTO - MONTE BONDONE - PAGANELLA
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo le principali arterie, quali la Ss12 del Brennero, la Ss 45 bis Gardesana e la Sp 90 Destra Adige. La neve caduta è compresa tra i 5 centimetri del fondovalle ai 20-25 centimetri delle località in quota: Monte Bondone e Altopiano Paganella.
Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

 

VALLAGARINA E ALTOPIANO DI FOLGARIA
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo le principali arterie, quali la Ss 12 del Brennero, la Ss 240 Loppio – Val di Ledro e la Sp 90 Destra Adige.
In bassa Vallagarina a sud di Ala la neve è mista a pioggia, mentre verso nord è contenuta nei 5-7 centimetri. In quota nelle seguenti località: Folgaria – Passo Coe – Passo Sommo; Brentonico – San Valentino - Monte Baldo - Alta Vallarsa - Pian delle Fugazze sono caduti circa 15-20 centimetri di neve.
Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

 

VAL DI NON E SOLE
Nevica su tutto il territorio delle valli di Non e Sole. In alta val di Sole la precipitazione è iniziata poco dopo la mezzanotte. Fino ad ora sono caduti tra i 15 ed i 20 centimetri in val di Non e per la val di Sole si misurano tra i 15 centimetri nella zona di Mostizzolo ed i 35 di Passo Tonale. Attivi i punti di controllo a Campodenno (lungo la Ss 43 in direzione nord, verso Cles) ed a Presson (in comune di Dimaro Folgarida) lungo la Ss 42 per filtrare i veicoli diretti verso l’alta Val di Sole e la zona di Madonna di Campiglio.
Si raccomanda di procedere a velocità moderata su tutte le strade di entrambe le valli per possibili tratti ghiacciati e con attrezzatura invernale montata in particolare sulle strade a quote superiori agli 800-1000 metri. Permane il divieto di transitop per autotreni ed autoarticolati sul tratto della Ss 42 tra Fucine e Passo Tonale. Non si registrano problemi di rilievo per la viabilità.

 

VALLI GIUDICARIE – VAL RENDENA
La nevicata nelle zone più in quota è iniziata già di primo mattino. Al momento lo spessore della neve varia tra i 12-15 centimetri nella bassa valle del Chiese (zona di Storo) ed i 30 centimetri di Madonna di Campiglio. Sono richieste le catene montate sul tratto della Ss 239 da Carisolo a Campiglio. Tutti i punti di controllo del Settore (lungo la Ss 239 a Carisolo, in salita verso M. di Campiglio; lungo la Ss 237 a Sarche, verso Ponte Arche, a Tione, verso la Ss 239 ed a sud di Pieve di Bono verso Tione). Non si registrano particolari problemi per la viabilità.

 

ZONA ALTO GARDA, VAL DI LEDRO E VAL DI GRESTA
La nevicata interessa la Val di Ledro dove al momento lo spessore della coltre bianca varia tra i 3 centimetri, sul fondo valle ed i 15 centimetri nelle zone più in quota. Situazione analoga anche in valle di Cavedine e val di Gresta, mentre nella zona di Arco , Riva del Garda e Nago Torbole piove.

Non si registrano problemi per la viabilità; ovviamente è richiesta l’attrezzatura invernale montata, in particolare per i mezzi pesanti che da Riva del Garda o da Storo salgono verso la valle di Ledro.
Al momento è attivo il punto di controllo a Riva del Garda in località Baltera lungo la Sp 37.

 

BASSA VALSUGANA E PRIMIERO
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo la Ss 47 della Valsugana. E’ stato attivato il presidio neve lungo la Ss 47 della Valsugana a Grigno. Lo spessore della neve caduta in valle è dell’ordine di 10 centimetri mentre in quota Passo Broccon, Passo Rolle di 15-20 centimetri. Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

 

VALLI DI FIEMME E FASSA
Al momento non sono segnalati problemi di rilievo per la viabilità.
Sono caduti dai 15 ai 25 centimetri in val di Cembra; dai 15 ai 20 centimetri in val di Fiemme e Fassa, sia nelle zone di fondo valle che più in quota, anche in prossimità dei passi dolomitici.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 13:20

L'esponente di Fratelli d'Italia si scaglia contro Marco Leonardelli, responsabile Giovani Lega : "Il signor Leonardelli non mi risulta si sia mai confrontato con le preferenze e la sua associazione universitaria 'Siamo Futuro' rimane a 0" e su Divan: "Può definirsi universitario da appena un mese"

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 12:58

L'allarme è scattato verso le 10 di questa mattina, sul posto si sono portati i vigili del fuoco, il soccorso alpino e i carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato