Contenuto sponsorizzato

Ritrovato un lupo morto a Folgaria. In marzo era stato ripescato senza vita un altro esemplare nell'Avisio con testa e zampe mozzate

L'animale senza vita è stato trovato da alcuni boscaioli. Le cause della morte saranno confermata dalle analisi condotte dal Centro Profilattico ed Igiene Tre Venezie a Trento dove il corpo dell'animale è stato trasferito

Foto archivio
Pubblicato il - 19 May 2019 - 11:31

FOLGARIA. Un lupo di grande dimensioni è stato trovato senza vita sul territorio del Comune di Folgaria, vicino all'abitato di Virti.

 

A ritrovarlo sono stati dei boscaioli che stavano lavorando sul posto per sistemare del legname.

 

Al momento non si conoscono le reali cause della morte. La prima ipotesi che è stata fatta, essendoci a poca distanza dal luogo del ritrovamento una strada, è che si possa trattare di un lupo che è stato investito da un'auto ed è poi morto a causa del violento urto. Sembra essere invece difficile parlare di una morte per vecchiaia. 

 

Queste, però, sono solo ipotesi. Ulteriori dettagli si avranno a seguito delle analisi che saranno condotte dal Centro Profilattico ed Igiene Tre Venezie a Trento dove il corpo dell'animale è stato trasferito.

 

Nonostante la politica continui a dire che la minaccia è il lupo per l'uomo, ancora una volta sembra confermarsi la tesi opposta

 

Il 10 marzo scorso i vigili del fuoco avevano recupero dall'Avisio, all'altezza di Soraga, un altro lupo senza vita (QUI L'ARTICOLO). La Provincia, in quella occasione, aveva specificato che gli accertamenti svolti sui resti dell'animali confermavano “numerose fratture” e questo faceva intendere “un investimento stradale”.

 

Successivamente, il Dolomiti è stato però in grado di confermare che quel lupo recuperato dai vigili del fuoco (con funi e imbrago fatti passare attorno al corpo dell'animale per riportarlo a terra) in realtà era privo della testa e delle zampe anteriori (QUI L'ARTICOLO).

Una situazione, questa, che ha fatto nascere numerosi dubbi sulle reali cause di morte dell'animale che ancora oggi non sono stati chiarite. Sul caso è intervenuta anche la consigliera provinciale Lucia Coppola interroga l'assessora Zanotelli (QUI L'ARTICOLO)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 December - 07:01

L'assessora Stefania Segnana ha rassicurato che appena possibile, e compatibilmente con l'emergenza Covid-19, il servizio verrà riattivato. Ioppi: "Non si può aspettare nella migliore delle ipotesi l'ultimo momento per intervenire. In questo modo si sovraccaricano ulteriormente gli operatori". Fugatti risponde al Patt: "Trovare novelli difensori degli ospedali di valle, quando sappiamo benissimo quanto è stato fatto in 15 anni, ci fa un po' sorridere"

02 December - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 December - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato