Contenuto sponsorizzato

Roberto Battiston nella 'Hall of Fame' della Iaf: tra i grandi della scienza spaziale

La cerimonia che formalizzerà il riconoscimento è prevista il 25 ottobre a Washington. Nella Hall of Fame sono ammesse solo le personalità che hanno contribuito in modo sostanziale al progresso della scienza spaziale, della tecnologia e dei benefici per l'umanità derivanti dalle attività spaziali

Pubblicato il - 22 maggio 2019 - 11:06

TRENTO. Roberto Battiston, docente di fisica nell'Università di Trento ed ex presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, candidato alle Europee con il Partito Democratico, è stato ammesso nella prestigiosa Hall of Fame della Iaf. La notizia è trapelata nella giornata di ieri, comparsa oggi su diversi giornali, ed è stata confermata dallo stesso Battiston anche se l'ufficialità ancora non c'è.

 

"È un grande onore entrare in un gruppo di persone che hanno segnato la storia della ricerca scientifica e delle tecnologie spaziali" ha commentato Battiston.

 

La cerimonia che formalizzerà il riconoscimento è prevista il 25 ottobre a Washington, in chiusura del Congresso Internazionale di Astronautica e l'ufficialità del riconoscimento è attesa nelle prossime ore.

 

Nella Hall of Fame, infatti, sono ammesse solo le personalità che hanno contribuito in modo sostanziale al progresso della scienza spaziale, della tecnologia e dei benefici per l'umanità derivanti dalle attività spaziali. Tra i nomi di spicco che compaiono  nella Hall of Fame della Iaf ci sono, tra gli altri, Charles F. Bolden, ex capo della Nasa, Paolo Ferri, fisico e capo delle operazioni della missione Rosetta, Edward C. Stone, fisico statunitense e tra i padri delle missioni Voyager.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.03 del 10 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 17:45

Le fermentazioni regolari, hanno dato origine a vini puliti, con intensi profumi fruttati, strutturati, con ottime acidità fisse e bassi tenori di acidità volatile. Si evidenziano punte di eccellenza nei vini rossi medio-tardivi (Teroldego). La cimice asiatica ha colonizzato tutti gli areali della provincia ma sulle viti non si segnalano particolari danni (usate per l'ovodeposizione)

10 dicembre - 20:01

Sui segretari comunali è scontro Lega-Pd: se da un lato Fugatti parla di una norma “che permetterà alle amministrazioni locali di lavorare”, i Dem accusano: “Ancora una volta si dimostra il più totale disprezzo verso le Istituzioni trentine”

10 dicembre - 16:44

Ponti, viadotti e cavalcavia in Trentino sono costantemente monitorati. La PAT si è dotata già dal 2002 di un sistema informatizzato denominato BMS "Bridge Management System"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato