Contenuto sponsorizzato

Roberto Battiston nella 'Hall of Fame' della Iaf: tra i grandi della scienza spaziale

La cerimonia che formalizzerà il riconoscimento è prevista il 25 ottobre a Washington. Nella Hall of Fame sono ammesse solo le personalità che hanno contribuito in modo sostanziale al progresso della scienza spaziale, della tecnologia e dei benefici per l'umanità derivanti dalle attività spaziali

Pubblicato il - 22 maggio 2019 - 11:06

TRENTO. Roberto Battiston, docente di fisica nell'Università di Trento ed ex presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, candidato alle Europee con il Partito Democratico, è stato ammesso nella prestigiosa Hall of Fame della Iaf. La notizia è trapelata nella giornata di ieri, comparsa oggi su diversi giornali, ed è stata confermata dallo stesso Battiston anche se l'ufficialità ancora non c'è.

 

"È un grande onore entrare in un gruppo di persone che hanno segnato la storia della ricerca scientifica e delle tecnologie spaziali" ha commentato Battiston.

 

La cerimonia che formalizzerà il riconoscimento è prevista il 25 ottobre a Washington, in chiusura del Congresso Internazionale di Astronautica e l'ufficialità del riconoscimento è attesa nelle prossime ore.

 

Nella Hall of Fame, infatti, sono ammesse solo le personalità che hanno contribuito in modo sostanziale al progresso della scienza spaziale, della tecnologia e dei benefici per l'umanità derivanti dalle attività spaziali. Tra i nomi di spicco che compaiono  nella Hall of Fame della Iaf ci sono, tra gli altri, Charles F. Bolden, ex capo della Nasa, Paolo Ferri, fisico e capo delle operazioni della missione Rosetta, Edward C. Stone, fisico statunitense e tra i padri delle missioni Voyager.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

01 ottobre - 18:44

Sono molti i casi di positività registrati oggi nelle strutture scolastiche altoatesine. Dopo i due insegnanti riscontrati positivi nella scuola d'infanzia Dolomiti di Bolzano, altri due membri del corpo docente sono stati trovati contagiati. Questo ha portato alla chiusura fino a lunedì della materna per le operazioni di sanificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato