Contenuto sponsorizzato

Rubano un paio di sci da un hotel ma vengono ripresi dalle telecamere. Tre persone denunciate

Le telecamere hanno ripreso un'auto sulla quale tre giovani caricavano gli sci prelevati dall’hotel. Il proprietario del mezzo è un dipendente stagionale di un vicino locale 

Pubblicato il - 13 febbraio 2019 - 17:53

CANAZEI. Sono tre le persone denunciate per il furto di un paio di sci avvenuto due giorni fa in un albergo di Canazei.

 

A seguito della richiesta di intervento da parte del proprietario dell'albergo i carabinieri hanno chiesto la visione dei filmati del sistema di videoregistrazione che avevano cristallizzato l’arrivo di un autovettura sulla quale tre giovani caricavano gli sci prelevati dall’hotel.

 

I successivi accertamenti hanno svelato che il proprietario del mezzo è un dipendente stagionale di un vicino locale. L'uomo, interpellato nel merito dai Carabinieri che stavano svolgendo le opportune indagini, ha confessato subito il furto fornendo i nominativi dei due correi e restituendo poi gli sci nelle mani dei militari.

 

I tre sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Trento per il reato di furto aggravato e gli sci restituiti al legittimo proprietario.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 11:15

Anche Trento si è svegliata tappezzata dai manifesti delle "Mascherine tricolori". L'obiettivo, questa volta, è Amazon. Tra inviti a sostenere i commercianti locali e a boicottare il colosso dell'e-commerce, in messaggi intrisi di nazionalismo e cospirazionismo, dietro c'è sempre l'estrema destra

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato