Contenuto sponsorizzato

Trento città amica dell'ambiente, saranno premiati i negozi che terranno le porte chiuse risparmiando energia in aria condizionata e riscaldamento

Un riconoscimento ufficiale per i negozianti e in generale per gli operatori privati o pubblici che evitano di forzare le porte aperte e che adottano comportamenti virtuosi. Si parte dal marchio "Negozio amico del clima"

Pubblicato il - 12 October 2019 - 18:13

TRENTO. Dare un riconoscimento ufficiale per i negozianti e in generale per gli operatori privati o pubblici che evitano di tenere le porte aperte risparmiando in questo modo sul riscaldamento d'inverno e condizionamento d'estate. Ma anche informare la cittadinanza e rafforzare la sensibilizzazione nelle scuole.

 

Sono questi i principali obiettivo della mozione numero 850 “Trento città amica del clima” sottoscritta dal gruppo del Pd – Psi assieme al consigliere Renato Tomasi del Cantiere e dal consigliere Marco Ianes dei Verdi e approvata questa settimana.

 

Una mozione importante che, spiegano i proponenti “ha scelto l'approccio culturale, premiante, di sensibilizzazione e non quello degli obblighi, dei controlli e delle sanzioni”.

 

Pensare globalmente, agire localmente, “Questa visione – ha spiegato Michele Brugnara – è quella dalla quale siamo partiti pensando alla sfida globale dei cambiamenti climatici, del surriscaldamento del pianeta e del rispetto per l'ambiente. Rispetto al quale ci richiamano tanti giovani del movimento Friday For Future promosso da Greta Thunberg”.

 

Nel documento viene spiegato che anche nella città di Trento è diffuso, tra i gestori degli esercizi commerciali, il comportamento di lasciare forzatamente aperto l'accesso ai locali interni durante i periodi di attivazione degli impianti di riscaldamento e di condizionamento. “C'è la tendenza – viene spiegato – ad ascoltare gli esperti di psicologia del marketing secondo i quali le porte aperte rendono più invitante il negozio di abbigliamento come la libreria o il bar perché tolgono qualsiasi barriera tra l'esterno e l'interno”.

 

Da qui la decisione, riportata nella mozione approvata, di una sorta di meccanismo premiante. Prevedere un riconoscimento ufficiale per i negozianti e in genere per gli operatori privati o pubblici che non lasciano le porte aperte.

 

Si pensa, per esempio, ad un marchio “Negozio amico dell'ambiente” o “Negozio amico del clima” coinvolgendo nello stesso tempo le associazioni di categoria dei commercianti, dei ristoratori, le associazioni ambientaliste e altri attori sensibili al tema.

 

Accanto a questo, però, si vuole anche “agire” sulla popolazione. Per questo è stata chiesta e approvata la richiesta di promuovere questa iniziativa ma anche diffondere tra i cittadini una piccola guida per non sprecare energia e per far conoscere alcune piccole ma importanti anziani che si possono mettere in campo.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
13 June - 10:30
Sono 'Una casa per tutti' e 'Risonanze' le iniziative messe in campo da varie associazioni del territorio attive nel sociale: l'obiettivo è [...]
Cronaca
13 June - 10:15
E' successo ieri notte, sabato 12 giugno, a Brenzone, sul lago di Garda: ancora da chiarire le cause che hanno portato il conducente ad abbandonare [...]
Politica
13 June - 06:01
Secondo la legge regionale 6/2012, le indennità mensili dei consiglieri vanno “rivalutate annualmente sulla base dell'indice Istat”, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato