Contenuto sponsorizzato

Tutela del Made in Italy, maxi sequestro di speck e salumi prodotti in Austria e di wurstel privi di tracciabilità

Asl di Merano, carabinieri di Bolzano e del reparto tutela agroalimentare di Parma hanno bloccato oltre 13 tonnellate di speck e salumi per un totale di oltre 1 milione di etichette per falsi riferimenti alla produzione italiana e per indebita evocazione del Sudtiroler Speck Alto Adige Igp

Pubblicato il - 27 marzo 2019 - 20:30

MERANO. Sono stati sequestrati oltre 13 tonnellate di speck e salumi per un totale di oltre 1 milione di etichette. La ragione? Vi erano falsi riferimenti al ''marchio italiano'' mentre invece i prodotti arrivavano dall'Austria ed erano destinati al mercato estero.

 

Quest'oggi in provincia di Bolzano è scattato un maxi sequestro di Speck Igp e salumi ''finti italiani''. per un'operazione condotta dai carabinieri del reparto tutela agroalimentare di Parma, in collaborazione con l'arma di Bolzano e la Asl di Merano.

 

In particolare sono stati sequestrati oltre 5 mila confezioni di carré di maiale per 540 chili e 182.323 etichette con falsi riferimenti al tricolore essendo invece prodotte in Austria e destinate al mercato estero; oltre 4 mila chili di prodotti di carne semilavorati destinati alla produzione di wurstel per mancanza di tracciabilità; 60mila confezioni di Pancetta e Karrè stagionati, pari a 8.637,72 chili e 1.540.150 etichette per indebita evocazione dell'indicazione geografica protetta 'Sudtiroler Speck Alto Adige Igp'.

 

Ammonta a 170 mila euro il valore complessivo della merce requisita e a 29.500 euro il totale delle sanzioni anche per violazioni al disciplinare di produzione al piano di autocontrollo prescritto per il marchio 'Sudtiroler Speck Alto Adige Igp'. I legali rappresentanti delle società sono stati denunciati per concorso in vendita di prodotti industriali con segni mendaci, in relazione alla legge 350/2003 sulla tutela del made in Italy

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato