Contenuto sponsorizzato

Tutta la provincia è imbiancata: a Trento 14 centimetri di neve, sul Presena si arriva a due metri

Rovereto a quota 7, a Predazzo al suolo ci sono 19 centimetri di neve. Sui passi si superano i 30-40 centimetri

Foto tratta da Avalanche.report
Pubblicato il - 28 gennaio 2019 - 10:53

TRENTO. Da pochi centimetri ai quasi due metri del ghiacciaio Presena. Il Trentino oggi si è svegliato sotto un manto bianco. Davvero poche le località in provincia risparmiate dalla nevicata che si è verificata abbondante nella serata e nella nottata di domenica (qui il primo articolo).

 

Capoluogo: a Trento città sono caduti 14 centimetri di neve. Analoga la situazione sul monte Bondone dove sono caduti 15 centimetri di neve, portando a 33 la quota neve al suolo.

 

I dati sono quelli forniti da Meteo Trentino (qui il riferimento, nella tabella la situazione completa). Che per Rovereto vedono 7 centimetri di neve al suolo (la misurazione si riferisce a Malga Zugna).

Dati di MeteoTrentino
Dati di MeteoTrentino

Non differente la situazione più in montagna. A Predazzo sono caduti fiocchi per 12 centimetri, portando la quota al suolo a 29 centimetri. A Canazei (la misurazione è avvenuta al Ciampac) sono scesi 12 centimetri di neve (si arriva a 52 sommando quella caduta al suolo); a Pozza di Fassa 14 (24 i centimetri totali).

 

Un centimetro solo di neve a Rumo, a Daone (Malga Bissina) ci sono 27 centimetri di neve al suolo.

 

I passi: al Rolle sono caduti 17 centimetri di neve fresca che porta la quota di quella a terra a 40. Al Brocon 18 per un totale di 22 centimetri. Al passo San Pellegrino ci sono 320 millimetri di neve, dei quali 100 freschi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 10:18

Il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher ha presentato nella giornata di venerdì 27 la nuova ordinanza che entrerà in vigore lunedì 30 novembre e porterà ad una riapertura scaglionata di diverse attività, oltre che all'allentamento delle misure per il contenimento del virus. Ecco quali sono le principali novità

27 novembre - 16:13

Durante i mesi di agosto e settembre, il lago è stato interessato da un’intensa fioritura algale, visibile ad occhio nudo per l’anomala colorazione dell’acqua della superficie. Questo episodio di fioritura è stato provocato da un ciano batterio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato