Contenuto sponsorizzato

A dieci giorni dall'incidente Marco esce dal coma, in gravi condizioni dopo essere scivolato su una lastra di ghiaccio per aiutare un amico

Il 9 gennaio era rimasto vittima di un incidente sul monte Zevola a confine fra il Trentino e il Vicentino. Ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Santa Chiara di Trento 

Pubblicato il - 20 gennaio 2020 - 13:22

TRENTO. Marco Masiero, il veterinario di 39 anni di Trissino, ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Chiara di Trento, è uscito dal coma e riconosce i famigliari.

 

Marco era rimasto vittima di un grave incidente il pomeriggio del 9 gennaio (QUI L'ARTICOLO). Assieme ad altri due amici stava scendendo lungo il canalone Vajo dell’Acqua del monte Zevola a confine fra il Trentino e il Vicentino.

 

Ad un certo punto, due sono scivolati su una lastra di ghiaccio finendo insieme in fondo al canalone dopo una scivolata di 200 metri. Marco Masiero ha avuto la peggio riportando feriti gravissime.

 

Immediatamente intubato dai soccorritori era stato trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento in condizioni disperate. Ora dopo giorni di speranza è arrivata la bella notizia. Marco è uscito dal coma 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 14:12

Il Governo si è preso l’impegno di erogare i primi aiuti già a novembre: “Abbiamo previsto una serie di indennizzi per coloro che saranno penalizzati dalle nuove norme”. In arrivo nuovi contributi a fondo perduto, cancellata la seconda rata Imu e confermata la cassa integrazione

25 ottobre - 17:34

La Provincia di Trento ha deliberato su proposta dell'assessora Giulia Zanotelli di formare dei cacciatori che abbattano almeno 120 cormorani all'anno. Questi animali, esponenzialmente cresciuti di numero negli ultimi decenni, si nutrono infatti di pesci anche pregiati, come la trota marmorata, danneggiando la pesca

24 ottobre - 16:20

Due truffatori hanno raggirato un cittadino inconsapevole fingendosi operatori della sua banca: in questo modo sono riusciti a sottrarre ben 7.500 euro dal conto della vittima. Identificati dai carabinieri sono stati denunciati per frode informatica

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato