Contenuto sponsorizzato

Addio a Renato Corradini: ''Un imprenditore di successo che ha portato in alto il nome di Ville d'Anaunia''

E' stato il fondatore di "Corradini Latte" e di "Trentinalatte". Una figura anche impegnata nel sociale con il sostegno a Goccia solidale. Si è spento a 82 anni

Pubblicato il - 08 dicembre 2020 - 18:33

VILLE D'ANAUNIA. Grande lutto in val di Non e nel mondo della lavorazione del latte e dei formaggi: si è spento a 82 anni l'imprenditore Renato Corradini

 

Anche il Comune di Ville d'Anaunia si stringe alla famiglia. "Le più sentite condoglianze ai familiari di Renato Corradini di Rallo, un imprenditore di successo che ha portato in alto il nome di Ville d'Anaunia. Si è spento all`età di 82 anni lasciando la moglie Clara, i figli Elisa e Nicola e il fratello Luciano".

E' stato il fondatore di "Corradini Latte" e di "Trentinalatte". Una figura anche impegnata nel sociale con il sostegno a Goccia solidale, associazione che porta avanti numerosi progetti in Sud Sudan, nazione dove il vescovo metropolitano è Paolino Lukudu, che Rallo aveva adottato una decina di anni fa per studiare e diventare sacerdote.

 

Dopo una breve esperienza nel negozio della madre a Rallo, Corradini avvia un'attività imprenditoriale per entrare in società con Nilsen nella lavorazione del latte e del formaggio.

 

Poi si sposta a Cles e con il fratello Luciano fonda il marchio "Corradini Latte", un'attività dal forte impatto occupazionale per il territorio negli anni Settanta con 80 dipendenti e la produzione di 1.000 quintali di latte al giorno.

 

Negli anni '80 la società entra però in crisi e lo stabilimento viene venduto a una società di Vicenza. Questo però non impedisce all'imprenditore di rimettersi in gioco e inizia a produrre yogurt con un nuovo marchio, la "Trentinalatte" a Santa Giustina prima e Roverè della Luna poi. L'azienda va bene: produce 2 mila quintali di yogurt al giorno e impiega 180 dipendenti.

 

Nel 2006 Corradini raggiunge la pensione e si ferma a 68 anni: vende lo stabilimento alla svizzera Emmi. Negli ultimi anni si è quindi dedicato alla solidarietà. I familiari proseguono in questa opera e chiedono "non fiori, ma offerte per il Sud Sudan del vescovo Paolino Lukudu". L'imprenditore ha trascorso gli ultimi 2 anni nella casa di riposo di Taio. Lascia la moglie Clara, i figli Elisa e Nicola, il fratello Luciano.

 

Il funerale è previsto per mercoledì 9 dicembre alle 14 alla chiesa parrocchiale di Rallo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 agosto - 10:55
Il maltempo delle ultime ore crea qualche preoccupazione per l'innalzamento dei livelli dei corsi d'acqua. Sono stati attivati i controlli dei [...]
Cronaca
05 agosto - 09:00
La forte pioggia delle ultime ore sta creando molti problemi. La strada del Brennero è stata bloccata a causa di una frana e i vigili del fuoco [...]
Cronaca
05 agosto - 10:21
Il Sarca in piena, la portata arriva a 250 metri cubi al secondo. L’appello del sindaco: “Raccomando di mantenere una distanza di sicurezza [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato