Contenuto sponsorizzato

Andalo, carabiniere aggredito da un orso: “Il 24enne ha ferite su tutto il corpo, l’animale è spuntato all’improvviso”

L’esemplare è già stato catturato dalla squadra anti-orso della Provincia. Il sindaco:“Si tratta di un esemplare ben noto, nei giorni precedenti aveva mostrato un’eccessiva confidenza, avvicinandosi a case e persone”

Di Tiziano Grottolo - 23 agosto 2020 - 08:33

ANDALO. L’aggressione è avvenuta intorno alle 23 di ieri, 22 agosto, lungo la passeggiata che gira attorno al laghetto di Andalo, la vittima, un carabiniere di 24enne si trovava assieme a un’altra persona quando l’orso è sbucato all’improvviso dalla boscaglia (QUI AGGIORNAMENTO). 

 

Poco il tempo per rendersi conto di cosa stesse succedendo, il plantigrado gli è stato addosso e lo ha attaccato. “Ha riportato graffi e morsi su tutto il corpo, testa, braccia, schiena e gambe ma per fortuna non è in pericolo di vita”, spiega il sindaco di Andalo Alberto Perli.

 

Secondo al ricostruzione la persona che era con il carabiniere, fuori servizio, è riuscita a richiamare l’attenzione di altra gente, dopodiché è stato possibile far allontanare l’orso. Il carabiniere è stato soccorso e medicato per poi essere trasferito in ambulanza all’ospedale Santa Chiara di Trento. 

 

Si tratta di un esemplare ben noto – aggiunge il primo cittadino di Andalo – nei giorni precedenti aveva mostrato un’eccessiva confidenza, avvicinandosi a case e persone”. Dopo la notizia dell’aggressione sul posto è intervenuta la squadra anti-orso della Provincia che ha già provveduto a individuare e catturare l’esemplare responsabile dell’aggressione. La cattura è avvenuta verso le 4 di questa mattina.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 marzo - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 marzo - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

03 marzo - 18:42

Il presidente ha confermato l'intenzione di proseguire con le lezioni in presenza. Ferro ha raccomandato di arieggiare gli spazi chiusi e mantenere le distanze sociali: ''Non ci rendiamo conto di quanto sia stressato il nostro sistema sanitario per questo aumento dei ricoveri che temo per i prossimi 10 giorni non potranno che aumentare''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato