Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, aiuti alle famiglie per fare la spesa: a Bolzano 569 mila euro. Ecco la lista degli stanziamenti per ogni comune

I soldi potranno essere usati per buoni spesa utilizzabili per l'acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti in un elenco che verrà pubblicato da ciascun comune

Pubblicato il - 30 marzo 2020 - 10:46

BOLZANO. Si va da uno stanziamento di 568.902,15 euro per il comune di Bolzano a quello di 216.632,51 euro per Merano. E' di 2.832.448,04 euro l'importo complessivo per l'Alto Adige per far fronte all'emergenza creata dal coronavirus che ha visto numerose famiglie in difficoltà anche dal punto di vista alimentare.

 

Stiamo parlando di famiglie bloccate in casa senza liquidità per poter acquistare generi alimentari e beni di prima necessità. L'importo complessivo stanziato dal Governo è di 400 milioni di euro destinati ai Comuni. Questi soldi dovrebbero arrivare in maniera rapita proprio in questi giorni.

 

Sarà compito dei sindaci, assieme ai servizi sociali, individuare le famiglie a cui riservare il buono spesa.

 

Nello specifico l'ordinanza spiega che il Ministero dell'interno, entro domani 31 marzo 2020, disporrà un provvedimento per il pagamento dei 400 milioni di cui circa 387 mila ai comuni che appartengono alle regioni a statuto ordinario mentre circa 13 milioni andranno a favore del Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta e le Province autonome di Trento e Bolzano.

 

Ma come funzionerà la ripartizione? Una quota parti all'80% del totale, circa 320 milioni è ripartita in proporzione alla popolazione residente di ciascun comune, una quota del 20%, circa 80 milioni è ripartita in base alla distanza tra il valore del reddito pro capite di ciascun comune e il valore medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione. Verrà considerato l'anno di imposta 2017.

 

Il contributo ad ogni comune non potrà comunque essere inferiore a 600 euro.

 

I soldi potranno essere usati per buoni spesa utilizzabili per l'acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti in un elenco che verrà pubblicato da ciascun comune. Si tratta di generi alimentari o prodotti di prima necessità.

 

Tra gli stanziamenti riservati ai comuni altoatesini ci sono 118.633,10 euro per il comune di Bressanone, 88.620,94 euro a Brunico, 95.815,17 a Laives, fino ad arrivare a 1.033,80 a Ponte Gardena. (Tutti gli importi dei singoli comuni sono contenuti nell'ordinanza allegata)

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 aprile - 18:17
Sono stati analizzati 534 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 5 casi tra over 60 e 2 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare. C'è un [...]
Cronaca
12 aprile - 16:05
Le persone arrivano al Centro vaccinale ma si trovano accalcate fuori dalla struttura: “Per non doversi ammassare c’era persino chi faceva [...]
Ambiente
12 aprile - 13:28
Il marzo appena passato ha visto risalire il livello di Pm10 rispetto al 2020 quando c'è stato il lockdown totale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato