Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, c'è il bonus alimentare. Fugatti: ''40 euro per singolo, 100 per famiglia con più di 4 componenti''. E con Etika ecco i pacchi contro l'emarginazione

In Trentino sono arrivati 3 milioni dal governo nazionale da investire per aiutare le persone in difficoltà alimentare. La Pat ha deciso che si parte subito da lunedì con delle autocertificazioni per la richiesta e il bonifico sul conto in attesa che si trovino altri strumenti per erogarli. Con Etika e Dolomiti Energia altri 250mila euro per frenare le persone più fragili della comunità (ecco come). Slitta il Festival dell'Economia e restano chiusi i supermarket la domenica

Di Luca Pianesi - 02 April 2020 - 19:18

TRENTO. Il Governo nazionale ha stanziato 400 milioni di euro per affrontare l'emergenza alimentare che sta colpendo (e colpirà) molte famiglie italiane che, con le aziende e le imprese chiuse, restano senza stipendio e rischiano di non poter nemmeno riuscire a fare la spesa per mangiare. Per il Trentino sono 3 i milioni di euro per dare le prime risposte ai cittadini e allora ecco che la Provincia per poter agire subito ha deciso di procedere con una prima tranche che verrà attivata già a partire da lunedì con una semplice autocertificazione che poi verrà verificata dall'amministrazione.

 

''Stiamo cercando di studiare una tessera magnetica o qualcosa di simile - ha detto Fugatti - per dare i bonus alimentari ad ogni famiglia però in attesa che arrivino strumenti di questo tipo abbiamo deciso di partire subito. Lo faremo con un bonifico sul conto, in questa prima fase perché non vogliamo che i trentini siano in difficoltà a fare la spesa o a dare da mangiare alle loro famiglie''.

 

E come verrà erogato questo bonus? ''Non sarà applicato il tabellario Icef - ha spiegato il dirigente Nicoletti -. Basta il requisito della residenza e non c'è vincolo di anni. Possono accedervi, quindi, semplicemente coloro che sono già residenti in Trentino'' e che sono in tale difficoltà da non riuscire a garantire la spesa a casa. E allora ecco come sarà suddiviso il bonus (mentre per le modalità e le presentazioni delle domande entro lunedì sarà chiarita la procedura). ''Se si tratta di una persona gli spettano 40 euro alla settimana - ha spiegato Fugatti - se sono in due 60 euro alla settimana, se sono in tre 80 euro, se sono quattro o più, 100 euro a settimana''. Fugatti ha anche spiegato che nelle prossime domeniche i supermercati resteranno chiusi e che il Festival dell'Economia, giocoforza, slitterà (''ancora non sappiamo a quando, se a settembre o ottobre - ha detto -  ma in questo momento è anche possibile immaginare di organizzarlo quindi sicuramente non si farà a giugno'').

 

Al via anche un progetto nato dall'impegno della Cooperazione e di Dolomiti energia con l'assessorato alle politiche sociali di Stefania Segnana. Si tratta di un’importante iniziativa di solidarietà per far fronte a nuove povertà ed emarginazioni che stanno emergendo e potrebbero pesare sul futuro, anche dopo che avremo sconfitto la pandemia sanitaria. Etika, l’iniziativa luce e gas della Cooperazione con Dolomiti Energia, ha stanziato, infatti, 250.000 euro per frenare l’emergenza sociale, silenziosa e invisibile, che sta colpendo le persone più fragili della comunità. Il primo intervento messo in campo del valore di 100.000 euro è destinato ad assicurare l’accesso al cibo alle famiglie più vulnerabili, con pacchi differenziati che tengono conto delle diverse esigenze.

 

Alle risorse messe in campo da Etika, Sait aggiunge altri 65.000 euro. Il progetto, in sinergia  con l'iniziativa "#Resta a casa, passo io", prevede che siano le Comunità di Valle a segnalare i casi di necessità, mentre la distribuzione avverrà attraverso differenti reti di consegna presidiate dalle istituzioni locali a garanzia della sicurezza sanitaria sul territorio. Etika con la Provincia sta studiando anche un fondo di garanzia per le famiglie e le persone hanno meno dimestichezza con gli strumenti di pagamento diversi dal contante, la cui circolazione è fortemente sconsigliata da un punto di vista sanitario.

 

 

 

 

A breve partirà anche il secondo intervento di Etika per la prevenzione delle solitudini, in collaborazione con le cooperative sociali e la Consulta della Salute, che si muoverà sia sul fronte delle dotazioni tecnologiche sia su quello delle professionalità (psicologici, psicoterapeuti, educatori) capaci di accompagnare, in questo periodo di grande stress,  persone e famiglie che vivono in condizione di fragilità (ad esempio chi assiste familiari disabili, chi convive con malattie cronico degenerative, chi opera in prima linea sul fronte dell’emergenza sanitaria e sociale).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 19:36
Trovati 13 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 38 guarigioni. Sono 1.342 i casi attivi sul territorio provinciale
Ambiente
19 aprile - 18:35
L'incontro tra il plantigrado e l'escursionista, documentato da un video pubblicato da quest'ultimo su Facebook, è avvenuto ieri fra i boschi [...]
Cronaca
19 aprile - 19:27
Le ricerche erano cominciate già ieri ma si erano concluse senza esito. Questa mattina il corpo dell'animale è stato trovato purtroppo senza vita
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato