Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, altri 3 morti in Rsa in Trentino: sei vittime in pochi giorni nella casa di riposo. Sono 44 i nuovi casi

Se restano 46 le classi attualmente sottoposte a misure di isolamento, tra i 29 positivi al tampone molecolare ci sono 4 giovani tra i 6 e i 15 anni, sono invece 6 gli over 70 anni. Una situazione difficile alla casa di riposo: 6 morti in pochissimi giorni

Di Luca Andreazza - 14 ottobre 2020 - 18:34

TRENTO. Altri 3 decessi per Covid-19 nelle ultime 24 ore. Si tratta di tre ospiti della Rsa di Montagnaga di Pinè. Una situazione difficilissima nella casa di riposo: sei vittime in pochissimi giorni da quando è partito il focolaio all'interno della struttura. Sono 8 i morti in appena 5 giorni, 9 in circa 2 settimane. Sono 2 i decessi nel report e un terzo è stato comunicato dopo la chiusura dei dati odierni da Apss e Pat.

 

Ci sono poi 29 nuovi positivi al tampone molecolare, mentre 15 contagiati sono stati trovati tramite il test rapido per un totale di 44 casi nelle ultime 24 ore. Ci sono 4 cittadini in più ricoverati, sono 30 i pazienti negli ospedali di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva, ma 4 persone ricorrono all'alta intensità. Questo l'aggiornamento di Provincia e Azienda provinciale per i servizi sanitari per oggi, mercoledì 14 ottobre, sul fronte coronavirus.

 

I numeri assoluti sono in linea rispetto agli ultimi giorni che vede un peggioramento della situazione epidemiologica a livello il provinciale, mentre il rapporto contagi/tamponi molecolari scende a 1,13%: sono stati analizzati 2.567 tamponi molecolari (1.280 letti dal laboratorio di mircrobiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento e 1.287 dalla Fondazione Mach) e 29 test sono risultati positivi. Sono stati eseguiti anche 214 test rapidi e sono stati individuati altri 15 possibili casi (la probabile conferma arriva tramite tampone molecolare), 7%, mentre il rapporto contagi/tamponi (molecolari e rapidi) è dell'1,58%.

 

Se restano 46 le classi attualmente sottoposte a misure di isolamento, tra i 29 positivi al tampone molecolare ci sono 4 giovani tra i 6 e i 15 anni. Sono invece 6 gli over 70 anni.  

 

Oltre ai due decessi, sono due casi a Baslega di Pinè. Un altro positivo è stato poi trovato a Cembra Lisignago: il bilancio è di 71 persone contagiate da inizio settembre (sono 84 i casi da inizio emergenza). Tutto, come noto, è partito da una festa di laurea, poi un coro parrocchiale e quindi si è arrivati all'ordinanza provinciale di obblighi, divieti e raccomandazioni per cercare di fronteggiare la diffusione dell'epidemia (Qui articolo). 

 

Il totale sale purtroppo a 479 vittime con coronavirus da inizio emergenza, mentre sono 7.164 i casi. Ieri il Trentino ha pianto anche le scomparse di Luca Kaswalder di Roverè della Luna e Angelina Sarno, residente a Terre d'Adige, rispettivamente di 43 e 50 anni e già affetti da gravi patologie (Qui articolo). 

 

C'è una recrudescenza dell'epidemia anche in Alto Adige. Oggi sono stati registrati 124 nuovi positivi, un dato record che supera quello stabilito il 29 marzo. Nella fase più acuta dell'epidemia, l'Azienda sanitaria aveva diagnosticato 123 casi, il picco in termini assoluti, a fronte di 969 tamponi e un rapporto contagi/tamponi a 12,7% con 485 persone testate. Nelle ultime 24 ore sono stati invece analizzati 1.573 tamponi e il rapporto contagi/tamponi si alza così a 7,9%, ma se si considera che sono state 714 le persone sottoposte a test e un cittadino su 7 ha contratto il coronavirus (Qui articolo).

 

La situazione sul territorio altoatesino è molto delicata per quanto riguarda la diffusione del contagio. In queste ultime settimane la Provincia di Trento e quella di Bolzano hanno mostrato un'alta incidenza, superiore alla media nazionale, nei report dell'Istituto superiore di sanità e ministero. Un balzo di contagi in Italia: 7.332 casi, che portano il totale a 372.799 contagiati. Il dato più alto prima di oggi dall'inizio dell'emergenza si era verificato il 21 marzo, con 6.557 casi in un giorno: in quel caso, però, i tamponi fatti furono 26.336. Nell'ultimo giorno, invece, sono stati 152.196. Sono 43 le vittime di ieri.

 

Rapporto contagi/tamponi in Trentino:

mercoledì 14 ottobre: 29 positivi - 2.567 tamponi - 1,13% - 3 decessi | 15 positivi e 214 test rapidi 

martedì 13 ottobre: 28 positivi - 802 tamponi - 3,49% - 2 decessi | 10 positivi e 172 test rapidi

lunedì 12 ottobre: 2 positivi - 129 tamponi - 1,5% - 1 decesso | 4 positivi e 46 test rapidi

domenica 11 ottobre: 39 positivi - 1.845 tamponi - 2,11% | 12 positivi e 106 test rapidi

sabato 10 ottobre: 50 positivi - 2.329 tamponi - 2,15% - 2 decessi | 21 positivi e 247 test rapidi

venerdì 9 ottobre: 39 positivi - 2.182 tamponi - 1,79%

giovedì 8 ottobre: 59 positivi - 2.731 tamponi - 2,16%

mercoledì 7 ottobre: 32 positivi - 2.127 tamponi - 1,5%

martedì 6 ottobre: 40 positivi - 3.492 tamponi - 3,5%

lunedì 5 ottobre: 49 positivi - 1.204 tamponi - 4%

domenica 4 ottobre: 34 positivi - 1.524 tamponi - 2,23%

sabato 3 ottobre: 62 positivi - 2.132 tamponi - 2,9%

venerdì 2 ottobre: 39 positivi -1.714 tamponi - 2,27%

giovedì 1 ottobre: 48 positivi - 1.883 tamponi - 2,55%

mercoledì 30 settembre: 37 positivi - 2.422 tamponi - 1,53%

martedì 29 settembre: 13 positivi - 1.110 tamponi - 1,17%

lunedì 28 settembre: 20 positivi e 208 tamponi - 9,6% - 1 decesso

domenica 27 settembre: 42 positivi e 1.541 tamponi - 2,7%

sabato 26 settembre: 51 positivi e 2.116 tamponi - 2,4%

venerdì 25 settembre: 23 positivi e 2.155 tamponi - 1,06%

giovedì 24 settembre: 23 positivi e 1613 tamponi - 1,43%

mercoledì 23 settembre: 22 positivi e 2.227 tamponi - 0,9% 

martedì 22 settembre: 25 positivi e 999 tamponi - 2,5%

lunedì 21 settembre: 2 positivi e 517 tamponi - 0,97%

domenica 20 settembre: 45 positivi e 1.547 tamponi - 2,9%

sabato 19 settembre: 22 positivi e 2.375 tamponi - 0,9%

venerdì 18 settembre: 18 positivi e 1.794 tamponi - 1%

giovedì 17 settembre: 76 positivi e 2.099 tamponi - 3,6%

mercoledì 16 settembre: 32 positivi e 2.528 tamponi - 1,3%

martedì 15 settembre: 20 positivi e 621 tamponi - 3,2%

lunedì 14 settembre: 20 positivi e 317 tamponi - 6,3%

domenica 13 settembre: 9 positivi e 1.166 tamponi - 0,77%

sabato 12 settembre: 22 positivi e 1.957 tamponi - 1,12%

venerdì 11 settembre: 29 positivi e 1.627 tamponi - 1,8%

giovedì 10 settembre: 82 positivi e 1.895 tamponi - 4,3%

mercoledì 9 settembre: 7 positivi e 1.251 tamponi - 0,56%

martedì 8 settembre: 3 positivi e 593 tamponi - 0,5%

lunedì 7 settembre: 17 positivi e 322 tamponi -5,2%

domenica 6 settembre: 33 positivi e 1.438 tamponi - 2,3%

sabato 5 settembre: 53 positivi e 1.708 tamponi - 3,1%

venerdì 4 settembre: 23 positivi e 1.925 tamponi - 1,19%

giovedì 3 settembre: 91 positivi e 2.317 tamponi - 3,93%

mercoledì 2 settembre: 33 positivi e 803 tamponi - 4,10%

martedì 1 settembre: 3 positivi e 695 tamponi - 0,43%

lunedì 31 agosto: 4 positivi e 122 tamponi - 3,57%

domenica 30 agosto: 8 positivi e 1.053 tamponi - 0,75%

sabato 29 agosto: 14 positivi e 1.365 tamponi - 1%

venerdì 28 agosto: 16 positivi e 1.390 tamponi - 1,15%

giovedì 27 agosto: 15 positivi e 1.351 tamponi - 1,11%

mercoledì 26 agosto: 7 positivi e 1.898 tamponi - 0,36%

martedì 25 agosto: 3 positivi e 530 tamponi - 0,56%

lunedì 24 agosto: 1 positivo e 374 tamponi - 0,27%

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato