Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, coppia di anziani rimane senza soldi in casa, intervengono i carabinieri a portarglieli

Si tratta di marito e moglie di 76 e 75 anni. I due dopo aver ricevuto delle medicine a domicilio hanno terminato i soldi e non potendo uscire hanno chiesto aiuto ai carabinieri 

Pubblicato il - 18 aprile 2020 - 10:37

VERONA. Un gesto semplice ma che si è rivelato importantissimo per una coppia di anziani residente nel veronese, a Quinto di Vampantena.

 

I due, marito e moglie, hanno 76 e 75 anni e in questi giorni sono rinchiusi in casa. L'età e condizioni di salute in cui si trovano, infatti, li rendono soggetti molto a rischio nel caso in cui contraggano il coronavirus.

 

Impossibilitati ad uscire, però, dopo aver pagato le ultime medicine che gli erano state portate a domicilio, si sono trovati senza denaro contante e in difficoltà, quindi, per poter fare ulteriori acquisti come per esempio la spesa.

 

Ecco allora che la coppia di anziani ha chiesto un aiuto ai Carabinieri di Grezzana anche per cercare un consiglio su come poter risolvere questo problema che purtroppo in queste situazioni diventa davvero grande.

 

I carabinieri, appresa la storia, hanno quindi deciso di intervenire. I militari hanno ritirato del denaro e lo hanno consegnato ai due anziani per far fronte alle imminenti necessità sia medicinali che per i beni di prima necessità.

 

La consegna dei soldi è stata anche l'occasione per poter portare anche un conforto ed un po' di compagnia alla coppia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 13:50

L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno nell'area della val di Ledro. In azione le unità del soccorso alpino e l'elicottero con l'equipe medica. Per il base jumper però non c'è stato nulla da fare

21 ottobre - 11:51

La nuova ordinanza è valida fino al 31 gennaio 2021. Nelle aree pubbliche e private aperte al pubblico c'è il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 22 alle 5. Stabilito anche divieto di detenzione (ad eccezione di recipienti chiusi ed integri) di bevande di qualsiasi tipo

20 ottobre - 19:09

Un'automatismo che porterebbe all'aumento delle indennità dei consiglieri in base all'aggiornamento Istat. Un meccanismo che scatterebbe dal prossimo gennaio, sempre che piazza Dante non intervenga attraverso una legge per fermare tutto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato