Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, da 600 mila mascherine al mese per gli studenti a nuovi banchi e il monitoraggio dell'anidride carbonica. Ecco il piano per la scuola trentina

Per l’igienizzazione di chi frequenta le scuole la Protezione civile ha previsto una fornitura mensile complessiva di 11.000 litri di gel per mani. Il piano prevede anche l'estensione della fascia oraria di accesso degli studenti alla scuola

Pubblicato il - 21 agosto 2020 - 19:07

TRENTO. Serviranno 600 mila mascherine al mese per gli studenti trentini accanto ad una fornitura di 11 mila litri di gel per le mani. Sono alcuni dei dati che sono contenuti nel piano d'azione elaborato dalla Protezione civile del Trentino e approvato dalla Giunta provinciale.

 

Un documento importante che permette di guidare il lavoro di organizzazione delle scuole sul territorio, indicando all'interno degli strumenti messi a disposizione un elenco di priorità, sulle quali ogni singola scuola potrà creare il proprio vestito su misura.

 

Per quanto concerne la protezione individuale, secondo una stima dei fabbisogni, basata sui protocolli di sicurezza vigenti e sui dati disponibili al momento, per gli studenti trentini del primo e del secondo ciclo scolastico occorreranno, mensilmente, 600.000 mascherine. Per quanto riguarda i lavoratori, insegnanti, personale ATA, ma anche cuochi ed inservienti, il fabbisogno mensile, complessivo, è stimato in 400.000 pezzi.

 

Accanto a questo, per esigenze particolari, saranno, fornite, sempre mensilmente, altre 16.000 mascherine (FFP2) e kit Covid-19. Per l’igienizzazione di chi frequenta le scuole la Protezione civile ha previsto una fornitura mensile complessiva di 11.000 litri di gel per mani.

 

Non manca poi la questione degli arredi. Anche il Trentino, infatti ha deciso di aderire alla fornitura di nuovi arredi messi a disposizione dal Commissario Straordinario per l’emergenza Coronavirus. Sono previsti, complessivamente, 5952 banchi, 5.278 sedie e 2.262 sedie didattiche di tipo innovativo.

 

Nelle scuole ci sarà il monitoraggio dei livelli di anidride carbonica. Nel mese di giugno è stato istituito un Tavolo tecnico-sanitario sui “sistemi di ventilazione e climatizzazione” per verificare la correlazione tra il funzionamento degli impianti di ventilazione/climatizzazione e la diffusione del virus, a supporto della redazione di raccomandazioni gestionali per la riapertura dei locali pubblici, e in generale dei locali chiusi dove vengono svolte attività, con particolare riferimento alle scuole. Il Dipartimento di Protezione civile della Provincia autonoma di Trento, col supporto del predetto Tavolo tecnico-sanitario, effettuerà un secondo test di monitoraggio dell'anidride carbonica all'interno di una o più aule entro e durante le prime fasi dell’anno scolastico. Contemporaneamente verrà avviata l’installazione dei dispositivi di segnalazione ottico/sonora attraverso una prima installazione pilota.

 

Nodo importante è quello degli assembramenti. Per questo sono state individuate delle misure generiche di contenimento del rischio per potenziali criticità legate alle fasi di ingresso ed uscita dagli istituti.

 

Tra le misure vi è l'estensione della fascia oraria di accesso degli studenti alla scuola e la definizione di uno “spazio accesso”, che possa anche essere totalmente o parzialmente all’esterno dell’edificio, finalizzato a gestire e filtrare l'accesso alla scuola e dove comunque deve essere sempre garantito il distanziamento tra i presenti di almeno un metro.

 

Oltre poi alle indicazioni sulle mascherine ci sarà la predisposizione di tutte le vie di accesso disponibili e scaglionamento degli accessi, tenendo conto anche degli studenti che usano il servizio di trasporto pubblico, per favorire il distanziamento ed evitare assembramenti in ingresso.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 aprile - 20:14
Trovati 88 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 159 guarigioni. Sono 1.413 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
17 aprile - 20:51
L'allerta è scattata a Piazzo di Villa Lagarina. In azione ambulanze, vigili del fuoco di zona e carabinieri. I giovani trasferiti in ospedale per [...]
Montagna
17 aprile - 20:17
Il tema è quello della realizzazione di una strada/sentiero anche per i disabili in Val di Mello in provincia di Sondrio ma vale per qualsiasi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato