Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, da mercoledì prossimo via libera agli spostamenti tra regioni. Speranza: ''Dati incoraggianti''

Ieri sera il vertice di Governo. Dopo quasi tre mesi dal 3 giugno sarà possibile tornare a muoversi liberamente in tutta Italia. I dati continueranno comunque essere monitorati molto attentamente dal Governo e il ministro Boccia nelle prossime ore sentirà i vari presidenti delle regioni 

Pubblicato il - 30 maggio 2020 - 09:20

TRENTO. Liberi tutti, o quasi, a partire dal 3 giugno. Da mercoledì prossimo si tornerà a spostarsi liberamente tra una regione e l'altra senza limitazioni. Resta il divieto di mobilità per le persone sottoposte a quarantena.

 

L'orientamento è emerso al termine di una riunione con il premier Conte, i capi delegazione, il ministro dell'Interno Lamorgese, il sottosegretario alla Presidenza Riccardo Fraccaro.

 

Nel corso il ministro Speranza ha illustrato gli ultimi dati sull'epidemia. "I dati sul monitoraggio - ha spiegato il ministro -  sono al momento incoraggianti. La responsabilità degli italiani sta portando a questi risultati.
Continuiamo sulla strada intrapresa con attenzione, gradualità e cautela".

 

Per riaprire i confini non sarà necessario un altro provvedimento, basterà applicare il decreto legge del 16 maggio.

 

Il governo proseguirà comunque nell'analisi dei dati che arriveranno da qui al 2 giugno e nelle prossime ore il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia sentirà i presidenti delle Regioni per continuare il confronto sulla riapertura.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 luglio - 11:05

I dati sono stati fatti conoscere durante il progetto quadriennale “Life Blue Lakes”. E' aumentata la concentrazione media di microparticelle di plastica per chilometro quadrato nei laghi, Sul Garda si è passati dalle 9.900 particelle del 2017 alle 131.619 del 2019 per chilometro quadrato

04 luglio - 11:25
L'incidente è avvenuto nella tarda serata di ieri, venerdì 3 luglio, intorno alle 21.30 in via Dorighi, in località Lugo, nel comune di Grezzana in provincia di Verona. La bimba stava pedalando e quindi avrebbe perso il controllo della bici. A quel punto è precipitata nel torrente per finire sulla pietre dopo un volo di circa 4 metri
04 luglio - 09:15

Le immagini della fototrappola che è riuscita a catturare un doppio transito dell'animale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato