Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ha l’obbligo di firma ma viene sorpreso per strada con la droga: multato e arrestato

Nonostante fosse sottoposto all’obbligo di firma l’uomo è stato scoperto con cinque dosi di eroina in tasca. Adesso dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio

Pubblicato il - 18 April 2020 - 13:25

VERONA. Alcuni giorni fa i carabinieri di Verona erano impegnati nei controlli di routine per verificare che le persone stiano rispettando le restrizioni circa le possibilità di movimento che, ricordiamo, devono avvenire solo per comprovate ragioni.

 

Durante questi controlli è stato fermato un uomo: verificando i suoi documenti è emerso che il cittadino italiano aveva numerosi precedenti per droga, per i quali era sottoposto all’obbligo di firma.

 

Notando una certa agitazione i militari hanno deciso di perquisirlo e dalle sue tasche sono spuntate cinque dosi di eroina. Il soggetto in questione dunque, non solo non ha saputo dare una spiegazione sui motivi dei suoi spostamenti ma è anche stato trovato in possesso di sostanze stupefacenti, ragion per cui è stato arrestato.

 

Adesso l’uomo dovrà rispondere volta per detenzione ai fini di spaccio inoltre, considerando la reiterazione dei suoi comportamenti illeciti, nei suoi confronti è stato disposto un provvedimento di custodia cautelare: il soggetto dovrà quindi scontare gli arresti domiciliari nella sua abitazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 January - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 January - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 January - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato