Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Alto Adige, doppio zero in provincia di Bolzano. Nessun decesso e nessun contagio a fronte di 316 tamponi

Nei normali reparti dei sette ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica dell'Esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco sono ricoverati complessivamente 9 pazienti affetti da Covid-19. Il reparto di rianimazione del San Maurizio non ospita attualmente pazienti contagiati, mentre 1 altoatesino è ancora ricoverato in un reparto di terapia intensiva in Austria

Pubblicato il - 16 giugno 2020 - 11:46

BOLZANO. Doppio zero in Alto Adige, nessun decesso e nessun nuovo positivo. I dati restano fermi a 2.611 casi e 292 morti legati a Covid-19. 

 

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 316 tamponi e tra le 233 persone testate nessuna è risultata positiva al test. A oggi (15 giugno) in Alto Adige sono stati analizzati complessivamente 76.661 tamponi su 36.931 persone.

 

Nei normali reparti dei sette ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica dell'Esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco sono ricoverati complessivamente 9 pazienti affetti da Covid-19. Altre 16 persone assistite dall'Azienda sanitaria sono casi sospetti. Il reparto di rianimazione del San Maurizio non ospita attualmente pazienti contagiati, mentre 1 altoatesino è ancora ricoverato in un reparto di terapia intensiva in Austria.

 

Il numero dei decessi legati a Covid-19 negli ospedali è di 175 persone, quello nelle case di riposo è di 117 persone. Si attestano quindi complessivamente a 292 le persone decedute in Alto Adige.

 

Sono 299 le persone che attualmente si trovano in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare, mentre 10.901 le persone che hanno già concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare. Finora sono 11.200 i cittadini ai quali sono state imposte misure di quarantena.

 

Finora sono risultati positivi al test del coronavirus 233 operatori dell'Azienda sanitaria, 227 di questi sono guariti. Sono quindi 2.226 le persone guarite dal Covid-19. A queste si aggiungono 844 persone (+1) che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate per due volte negative al test. Il numero complessivo dei guariti tra sicuri e sospetti si attesta a 3.069 unità (+1 rispetto al giorno precedente).

 

I numeri in breve:

tamponi effettuati ieri (15 giugno): 316

nuovi tamponi positivi: 0

numero complessivo dei tamponi effettuati: 76.661

numero delle persone sottoposte al test: 36.931 (+233)

numero delle persone positive al Coronavirus:  2.611

pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri, nelle cliniche private ed a Colle Isarco: 9

numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 0

numero di pazienti Covid-19 ricoverati in terapia intensiva in Austria: 1

casi sospetti: 16

decessi negli ospedali dell'Azienda sanitaria: 175 (+1)

decessi nelle case di riposo: 117 (+0)

decessi complessivi (incluse le case di riposo): 292

persone in isolamento domiciliare: 299

persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 10.901

persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento:  11.200

persone guarite: 2.226 (+1). A queste si aggiungono 844 (+1) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate per due volte negative al test. Totale: 3.070 (+1 rispetto al giorno precedente)

collaboratori dell'Azienda sanitaria positivi al test: 233 (227 guariti, +0)

medici di medicina generale e pediatri di libera scelta positivi: 14 (14 guariti)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 05:01

Parole dure, quella della massima carica della Lega in provincia di Trento. Parole da fine stratega che bolla Caramaschi ''comunista'' e ricorda che il tempo dei ''doppi giochi è finito'' dimenticandosi del fatto che a Riva del Garda pur di avere qualche speranza di vittoria e per poter dire ''beh almeno lì ce l'abbiamo fatta'' la sua Lega sta facendo di tutto (leggasi accordi per cariche) per accaparrarsi Malfer e il Patt 

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato