Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, altri 7 positivi a Mezzano e 6 a Imer. Ecco i 72 Comuni del contagio e dove sono avvenuti gli 11 decessi

Sono 447 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 61 in alta intensità. Sono stati trovati 491 positivi e registrati 11 morti nelle ultime 24 ore

Di Luca Andreazza - 12 December 2020 - 20:45

TRENTO. Ci sono 18.820 casi e 830 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus da inizio epidemia, sono 15.458 i guariti da inizio emergenza e 2.532 gli attuali positivi al tampone molecolare. Sono stati, purtroppo, comunicati 11 decessi. Le morti sono state attribuite ai Comuni di Trento, Rovereto, Pergine, Arco, Mori, Mezzolombardo, Vallelaghi, Bedollo, Volano, Contà e Cinte Tesino. Il bilancio è di 360 decessi in questa seconda ondata di Covid (Qui articolo). C'è un focolaio a oncologia (Qui articolo), mentre gli ospedali sono ancora sotto pressione (Qui articolo)

 

Sono 447 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva 61 in alta intensità. Sono stati trovati 222 positivi dall'analisi di 3.460 tamponi per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%. Gli altri 269 contagi sono stati individuati tramite 1.793 test antigenici e un rapporto del 15%. Complessivamente 491 infezioni con il rapporto contagi/tamponi si attesta a 9,4%.

 

Il pannello di monitoraggio di Apss e Pat però non viene aggiornato con i dati dei test antigenici e riportano solo quelli dei tamponi molecolari. Dalla settimana scorsa la Provincia ha finalmente iniziato a comunicare i dati complessivi per quanto riguarda la diffusione del contagio sul territorio provinciale, numeri che comprendono i test antigenici.

 

Un contagio che è sempre apparso molto superiore a quanto fino a poche ora fa ufficialmente conteggiato quotidianamente, almeno il doppio e in alcuni momenti anche il triplo. A fronte di valori di ospedalizzazioneterapie intensive e decessi fuori scala rispetto agli altri territori, la popolazione non è stata mai realmente informata, se non attraverso numeri parziali o quelli diffusi dai singoli sindaci, si è sempre raccontato che si viaggiava tra i 150 e i 280 positivi trovati quotidianamente. 

 

In Trentino tra i positivi non venivano calcolati quelli trovati con i tamponi antigenici che, però, vengono messi in isolamento, sono "normati" anche nel vademecum per i luoghi di lavoro, sono conteggiati per istituire le zone rosse dei Comuni e sono ormai la la maggioranza; invece per ''liberare'' i positivi da antigenico serve il tampone molecolare (o almeno serviva visto che dai prossimi giorni verrà introdotta anche la regola dei 21 giorni) e quindi quei guariti non rientravano nei conteggi ufficiali

 

Nel dettaglio i risultati dei tamponi molecolari. A Trento sono stati trovati 46 nuovi contagi e sono 587 gli attuali positivi, altre 18 infezioni a Rovereto (223 attuali positivi) e 8 casi a Arco (88 attuali positivi) e Primiero San Martino di Castrozza (46 attuali positivi). 

 

Altre 7 infezioni a Mezzano (13 attuali positivi), 6 casi a Imer (14 attuali positivi) e 5 contagi a Pergine (107 attuali positivi), Riva del Garda (64 attuali positivi), Predaia (21 attuali positivi), Castel Ivano (45 attuali positivi). 

 

E poi 4 contagi a Vallelaghi (25 attuali positivi), Cles (52 attuali positivi), Baselga di Pinè (15 attuali positivi), Tesero (19 attuali positivi), Caldonazzo (17 attuali positivi) e Roncegno Terme (24 attuali positivi). 

 

Ci sono 3 positivi a Lavis (28 attuali positivi), Dro (26 attuali positivi), San Giovanni di Fassa (9 attuali positivi), Telve (17 attuali positivi), Nomi (24 attuali positivi), Altavalle (6 attuali positivi) e Vallarsa (5 attuali positivi).

 

Altri 2 contagi a Levico (34 attuali positivi), Ledro (14 attuali positivi), Ala (26 attuali positivi), Sella Giudicarie (26 attuali positivi), Brentonico (28 attuali positivi), Civezzano (14 attuali positivi), San Michele all'Adige (19 attuali positivi), Terre d'Adige (7 attuali positivi), Canal San Bovo (11 attuali positivi), Pomarolo (9 attuali positivi), Rumo (8 attuali positivi) e Strembo (4 attuali positivi). 

 

E ancora 1 positivo a Volano (4 attuali positivi), Contà (7 attuali positivi), Borgo Valsugana (48 attuali positivi), Predazzo (27 attuali positivi), Ville d'Anaunia (23 attuali positivi), Altopiano della Vigolana (34 attuali positivi), Storo (15 attuali positivi), Cembra Lisignago (13 attuali positivi), Bleggio Superiore (5 attuali positivi), Malè (5 attuali positivi), Borgo d'Anaunia (8 attuali positivi), Pellizzano (4 attuali positivi), Isera (10 attuali positivi), Campodenno (6 attuali positivi), Porte di Rendena (11 attuali positivi), Tenno (10 attuali positivi), Nogaredo (11 attuali positivi), Tenna (8 attuali positivi), Segonzano (5 attuali positivi), Ziano di Fiemme (2 attuali positivi), Scurelle (10 attuali positivi), Giustino (4 attuali positivi), Mezzana (3 attuali positivi), Albiano (4 attuali positivi), Andalo (2 attuali positivi), Commezzadura (2 attuali positivi), Novaledo (7 attuali positivi), Carisolo (4 attuali positivi), Borgo Lares (5 attuali positivi), Panchià (3 attuali positivi), Frassilongo (1 attuale positivo), Denno (3 attuali positivi), Cimone (3 attuali positivi), Bieno (5 attuali positivi), Ronzone (3 attuali positivi), Castel Condino (3 attuali positivi) e Samone (3 attuali positivi).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 January - 17:58

Sono state registrare 26 dimissioni e 238 guarigioni. Cala il numero dei pazienti in ospedali. Analizzati oltre 4 mila tamponi. Sono state confermate 191 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

21 January - 17:08

Le Faq aggiornate all’ultimo Dpcm del 14 gennaio: “Dal 16 febbraio al 5 marzo gli spostamenti tornano invece ad essere consentiti da e per tutte le regioni ubicate in area gialla”

21 January - 14:10

Nello stesso giorno un comunicato rassicurava i giornalisti anche spiegando che alcuni di loro sarebbero andati al web (affidato in questi giorni, invece, anche a colleghi dell'Adige e Alto Adige) mentre una lettera chiariva loro di non farsi illusioni. Oggi il primo incontro con i rappresentanti sindacali è andato malissimo e la proprietà ha messo a nudo sé stessa ribadendo modi e metodi non degni di quest'epoca e la provincia di Trento scopre cosa vuol dire essersi consegnati a un monopolio 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato