Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, focolaio a Cembra-Lisignago e 3 contagi a Isera: ''Una decina tra i nuovi positivi over 70 anni''. I casi Comune per Comune

Nel rapporto odierno, sabato 3 ottobre, la Provincia specifica che sono 20 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Non ci sono casi legati ai cluster della filiera alimentare, però sono stati individuati 2 nuovi focolai: un istituto per religiose e un coro parrocchiale

Di Luca Andreazza - 03 October 2020 - 19:40

TRENTO. Ci sono 6.763 casi e 471 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.132 tamponi, 62 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 2,9% (Qui articolo). 

 

Sono 16 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 2 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.665 i guariti da inizio emergenza e 626 gli attuali positivi.

 

Nel rapporto odierno, sabato 3 ottobre, la Provincia specifica che sono 20 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Non ci sono casi legati ai cluster della filiera alimentare, però sono stati individuati 2 nuovi focolai:  un istituto per religiose e un coro parrocchiale.

 

Questa situazione, assieme alle feste di laurea (Qui articolo) e, in generale, alle iniziative che generano assembramento, inducono le autorità sanitarie ad alzare il livello di allarme: la raccomandazione è quella di evitare comportamenti a rischio e di rispettare rigorosamente le regole del distanziamento e dell’igiene, a partire dall’utilizzo delle mascherine e dal frequente lavaggio delle mani.

 

A preoccupare i sanitari anche il fatto che una decina tra i nuovi positivi ha un’età superiore ai 70 anni: per 2 persone è stato necessario prevedere il ricovero ospedaliero, i pazienti Covid sono 16, nessuno in terapia intensiva.

 

Ci sono 13 contagi a Trento che si porta a 1.010 casi da inizio epidemia, mentre sono 12 i positivi a Cembra Lisignago (50 casi). Altri 8 infetti a Rovereto (339 casi) e 5 a Pergine (298 casi).

 

Sono 3 i positivi a Isera (17 casi) e Riva del Garda (187 casi), quindi 2 infezioni a Lavis (157 casi), San Lorenzo Dorsino (14 casi) e Ton (10 casi). 

 

E ancora 1 contagio a Storo (129 casi), Cavalese (91 casi), Ala (54 casi) e Borgo d'Anaunia (45 casi), Avio (26 casi), Ville d'Anaunia (22 casi), Volano (16 casi), Villa Lagarina (14 casi) e Vallarsa (7 casi). Ci sono 3 casi da assegnare. 

 

Tassi di contagio. A Pellizzano è stato contagiato l'8% della popolazione, mentre a Pieve di Bono-Prezzo il 6,9%, segue Borgo Chiese a 6,6%. Poi Campitello di Fassa (6,2%), Bleggio Superiore (5,2%), Canazei (5%), Vermiglio (4,3%) e Mazzin (3,4%), Ledro (3,3%), Canal San Bovo e Predazzo (3%), Valdaone, Nomi Storo (2,8%), SpiazzoCavedago e San Giovanni (2,6%). 

 

E ancora Sella Giudicarie Castello-Molina di Fiemme (2,5%), Pinzolo Drena (2,4%), CaderzoneSoragaCastel Condino Giustino (2,3%), Arco e Cavalese (2,2%), Cavedine e Cembra Lisignago (2,1%), DroTione e Bondone (2%). Il tasso a livello provinciale è di poco superiore all'1%. A Trento si registra 0,85%, Rovereto a 0,84%, Riva del Garda a 1,1% e Pergine a 1,4%.

 

Oggi, fortunatamente, non sono state registrate vittime. A Trento sono state 48 le vittime da inizio emergenza, 34 a Pergine Arco, 31 a Rovereto, 30 a Ledro. Sono 20 i morti a Predazzo, 17 a Riva del Garda, 16 a Dro Mezzolombardo e 13 a Cavedine Pieve di Bono-Prezzo, 12 a Pellizzano, 11 a Lavis, 10 a Borgo Chiese Nomi.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 19:43

A livello nazionale esiste un “Fondo per la morosità incolpevole” e un “Fondo per gli sfratti”. Due fondi con milioni di euro ai quali la provincia di Trento e di Bolzano, però, non possono chiedere aiuto. Perché? Hanno voluto creare una propria politica per la casa che però ora con la pandemia non sembra aiutare le tante famiglie in difficoltà

18 January - 10:39

E' successo a Roana nell'Altopiano di Asiago, quattro cani erano legati alla catena e le guardie sono intervenute per spiegare ai proprietari che  la legge lo vieta 

18 January - 10:59

Numeri del contagio in aumento in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono 175, a fronte di un indice contagi/tamponi salito all'8,64%. Due i decessi, che portano il bilancio da inizio pandemia a 811, 517 solamente da settembre. Crescono ricoveri e terapie intensive

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato