Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Trentino salgono i contagi. Con meno tamponi valori doppi rispetto all'Alto Adige

A Bolzano i laboratori nelle ultime 24 ore hanno esaminato 941 tamponi e 59 sono risultati positivi, mentre in Trentino 125 contagi su 800 tamponi. Ruscitti: "Scontiamo anche che l'incidenza della popolazione anziana è maggiore rispetto a altre zone"

Di Luca Andreazza - 07 aprile 2020 - 20:45

TRENTO. A livello nazionale i dati segnano una flessione.  In questo quadro che appare positivo, c'è però un Trentino in controtendenza: 125 nuovi casi, il dato più alto dal 25 marzo scorso, quando c'erano stati 177 contagi. L'Alto Adige a parità di tamponi eseguiti si ferma a 59 unità, circa la metà rispetto alla nostra provincia. 

 

Nelle ultime 24 ore a Bolzano i laboratori hanno, infatti, esaminato 941 tamponi per 59 positività (6%), mentre quelli di Trento hanno analizzato 800 tamponi per 125 riscontri positivi (15,6%). 

 

Insomma, i dati mostrano un andamento stabile ma alto della diffusione di Covid-19 in Trentino con oscillazioni che rispecchiano il rapporto tra i numeri di tamponi analizzati e il risultato positivo al test. La situazione è ancora seria, come poi confermato dal presidente Maurizio Fugatti (Qui articolo).

 

La giornata più simile a quella di oggi è giovedì 2 aprile: i tamponi effettuati sono stati circa 800 per 114 casi (14%), ma il dato di oggi è in leggera crescita, segno forse che l'andamento non è ancora fisso. Mentre ieri (lunedì 6 aprile) sono stati eseguiti 654 tamponi con 69 nuovi casi (10,5%), domenica 5 aprile con 699 tamponi e 58 contagi (8,3%), quindi sabato 4 aprile sono stati analizzati 750 tamponi per 95 casi (12,6%). Sul dato di oggi potrebbe pesare anche un maggior controllo delle case di riposo e settori più critici.

 

"Il Trentino in proporzione alla popolazione residente ha eseguito più tamponi rispetto a molte altre zone d'Italia - ha spiegato il dirigente provinciale Giancarlo Ruscitti - ma scontiamo inoltre che l'incidenza dei cittadini anziani è maggiore".

 

I tassi di contagio poi dimostrano come la pandemia nel giro di un mese si sia diffusa rapidamente sul territorio provinciale, soprattutto nelle Rsa e nelle aree a vocazione turistica, sono cinque i Comuni particolarmente attenzionati e inizia a preoccupare anche la situazione a Tione (Qui articolo). Il primo caso è quello di martedì 3 marzo registrato all'ospedale Santa Chiara di Trento con la donna rientrata dal viaggio verso Assisi. Nel mezzo le immagini delle piste da sci e gli impianti presi d'assalto, ma anche le tensioni a vari livelli, come quella con Upipa sulle barricate per contrastare le linee più morbide della Provincia sugli ingressi nelle strutture per anziani. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 maggio - 18:20

Il Trentino si porta così complessivamente a 5.429 casi, mentre resta a 466 decessi da inizio epidemia. I tamponi analizzati sono stati 1.556 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,39%. Ancora 3 i pazienti in terapia intensiva a Rovereto

29 maggio - 15:12

I fatti sono successi poco dopo le 13.30 e la dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti. La donna è finita al Santa Chiara trasportata con l'elicottero in codice rosso

29 maggio - 15:21

Le direttive sull'uso della mascherina non cambiano. Se in Veneto il governatore Zaia ha alleggerito gli obblighi, Fugatti spiega che in Trentino serve attendere un'ulteriore stabilizzazione del contagio. Sono quasi 84 mila gli stanziamenti ulteriori che la Pat ha fatto all'Opera Universitaria per le borse di studio 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato